Oltre il 65% degli utenti nel mondo ha perso dati e c’è ancora un 7% che non adotta nessun metodo di protezione delle proprie informazioni personali. È il risultato di un sondaggio condotto dalla società tecnologica Acronis in occasione del World Backup Day, la giornata di sensibilizzazione sulla conservazione dei propri dati.

Dalla ricerca emerge un’informazione positiva: quasi tutti gli utenti (il 92,7%) eseguono ormai il backup dei propri computer con un aumento di oltre il 24,1% rispetto allo scorso anno, il più consistente su base annua. Il World Backup day è una occasione per gli utenti per capire il ruolo sempre più importante di questa operazione, spiega il sito che promuove l’iniziativa.

La giornata mondiale si celebra dal 2011 per rendere le persone consapevoli dell’importanza di fare un backup, sia su una memoria Usb, un hard disk oppure online attraverso un servizio cloud, cioè la nuvola digitale in cui raccogliere i dati. Fare un backup significa creare una seconda o terza copia dei propri file – dalle fotografie ai video, dalle email ai documenti – in modo da non rischiare di perderli nel caso in cui il computer o il telefono in cui sono memorizzati si rompa, sia smarrito o rubato.

Come fare un backup

In ogni caso, per chi sceglie la strada tradizionale, in prima battuta occorre quindi collegare l’unita di memoria esterna a una qualsiasi porta Usb del PC e accertarsi che la riconosca. Basta che mostri l’icona alla voce Dispositivi e unità. Il secondo passo è configurare il backup per il dispositivo appena collegato. Per procedere bisogna fare clic su Start e poi su Impostazione.

Quindi dal pannello scegliere Aggiornamento e sicurezza. Nella finestra successiva dobbiamo indicare a Windows quale unità usare per il Backup. E allora occorre fare clic sull’icona con il simbolo + per aggiungere una nuova unità. Comparirà un piccolo menu di selezione all’interno del quale saranno raccolte tutte le unità disco disponibili. Nel caso di collegamento di più di una, scegliere quella da usare.

A questo punto, una volta scelta l’unità, entrare in Altre opzioni tra le possibilità proposte. Per prima cosa sarà visualizzata la panoramica delle azioni possibili. Occorre attendere qualche istante prima di procedere con il backup. Alla voce Esegui il backup dei file, indicare ogni quanto si desidera che venga ripetuta l’operazione.

L’impostazione predefinita è Ogni ora, ma naturalmente è possibile modificarla a piacere. Scorrendo la schermata è possibile vedere le cartelle che Windows include nel backup. Se si ritiene che alcune di queste non siamo importanti, è sufficiente selezionarle e scegliere il comando Rimuovi. Allo stesso modo, infine, è possibile includere una cartella specifica, magari quella che contiene i documenti personali, con un clic su Aggiungi una cartella.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome