Netropolitan, il social per ricchi
Netropolitan, il social per ricchi

Il mondo dei ricchi è meraviglioso. A volte, guardando quel mondo, sembra che “basti pagare” per avere tutto. E c’è chi, in effetti, ha provato a farne un business redditizio e tecnologico. Ecco come nasce Netropolitan, un nuovo social network che, alla modica cifra di 9mila dollari permette di accedere a un mondo fatto di lusso e successo. Anche su Internet, con buona pace della net neutrality, ci sono differenze di reddito.

A inventarlo, un direttore d’orchestra

Musica classica e tecnologia non vanno di pari passo, di solito. Eppure, questa volta è stato proprio un musicsta a fondare il social network. Si tratta, in effetti di James Touchi-Peters, il direttore della Filarmonica del Minnesota che ha deciso di abbandonare la musica classica – mai sinonimo di ricchezza – per andare, per una volta, là dove i soldi ci sono, costruendoci un modello di business originale.

Quanto costa la membership

La quota d’iscrizione, come abbiamo detto, è di 9mila dollari. Poi, però, gli iscritti, per rimanere, dovranno versare un bonifico annuale di 3mila euro, altrimenti, saranno costretti a lasciare questo esclusivissimo conuntry club digitale.

Quali sono le funzionalità?

Per prima cosa, Netropolitan è un sito basato su WordPress, quindi, realizzato senza particolari raffinatezze tecniche come il concorrente “plebeo” Facebook. Nonostante l’apparente scarsa raffinatezza tecnica, offre, peròm tutte le funzionalità dei principali social network, inclusa la geolocalizzazione, le notifiche e i messaggi privati. Inoltre, l’attività della commnity sarà sempre moderata. Non solo, le pagine del network saranno nascoste dai motori di ricerca e i dati scambiati tra computer e network dovrebbero essere criptati. Funzionerà?

La pagina profilo di Netropolitan
La pagina profilo di Netropolitan