Da una parte ci sono ragioni di compatibilità con l’hardware, dall’altra la scadenza del supporto ufficiale: di certo c’è che l’aggiornamento Windows 10 Creators Update non sarà supportato da tutti i cellulari. Non sarà sufficiente l’equipaggiamento con Windows 10 Mobile per essere sicuri di ricevere l’upgrade software. A spiegare la situazione è stata la stessa Microsoft, anticipando come l’aggiornamento non sarà distribuito a pioggia. Non fornisce però alcun elenco di smartphone. Per quello ci pensano le indiscrezioni che circolano in rete, evidenziando come saranno privilegiati i device dotati nativamente di Windows 10 Mobile.

A ogni modo, Windows 10 Creators Update, il cui rollout sui dispositivi mobile è atteso solo dal 25 aprile, sembra perlomeno certo su

  1. Microsoft Lumia 550
  2. Microsoft Lumia 640
  3. Microsoft Lumia 640 XL
  4. Microsoft Lumia 650
  5. Microsoft Lumia 950
  6. Microsoft Lumia 950 XL
  7. Lenovo Softbank 503LV
  8. Alcatel Idol 4S
  9. Alcatel OneTouch Fierce XL
  10. Vaio VPB051
  11. HP Elite x3
  12. Trinity NuAns Neo
  13. MCJ Madosma Q601

Il pacchetto di novità che l’aggiornamento introdurrà sugli smartphone non è comunque paragonabile a quello previsto per PC e notebook. Se l’11 aprile sarà dato il via al rollout in grande stile, già adesso gli utenti possono scaricare e installare manualmente Windows 10 Creators Update. Tra le tante, con l’aggiornamento l’assistente vocale Cortana si arricchisce di nuove opzioni. Diventa possibile spegnere il PC o il notebook con la voce o riprodurre la musica. E viene anche data l’opportunità di riconoscere i brani in esecuzione, come in fin dei conti fanno già Alexa e Siri. Di più: con il Cortana aggiornato l’utente può richiamare le pagine web o i documenti, visualizzati o modificati in precedenza su un altro computer.

Inoltre l’assistente vocale diventa un supporto anche con l’installazione e la configurazione di Windows 10. Microsoft ha anche facilitato l’integrazione di Cortana nelle applicazioni di terze parti. Significa che molti altri programmi potrebbero essere presto controllati con la voce. Windows. Windows 10 Creators Update mette mano anche sulle impostazioni di Windows. Alcune delle opzioni che prima erano presenti nel Pannello di controllo fanno adesso la loro comparsa nelle Impostazioni. E siccome il rischio di disorientamento è sempre possibile, la società di Redmond ha rimodulato anche le categorie. Adesso c’è ad esempio il menu Mixed Reality per la gestione delle realtà virtuale dei visori VR.

Diventa più facile personalizzare le impostazioni di sicurezza in Windows 10. L’aggiornamento porta con sé la nuova applicazione Windows Defender Security Center all’interno della quale sono ospitate tutte le opzioni dell’applicazione Windows Defender, del firewall di Windows, della protezione bambini di Windows 10, del browser e dell’app download.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome