Dopo anni di richieste, il menu Start del nuovo sistema operativo Windows 11 cambia profondamente: non è più collegato alla barra delle applicazioni, ma non si trova più all’estrema sinistra dello schermo, bensì spostato verso il centro. La finestra che lo contiene mostra bordi arrotondati come quelli di tutte le altre finestre nel nuovo Windows e colori accordati con quelli del tema selezionato. Mancano, e forse è la novità più attesa da molti, le Tile.

I quadrettoni con le applicazioni lasciano il posto alle classiche icone e sparisce anche Cortana, che può comunque essere installata scaricandola dal Microsoft Store. Nel menu Start troviamo anche articoli consigliati, documenti modificati e app utilizzate di recente, nonché l’elenco di tutte le app e il pulsante di spegnimento, sospensione e riavvio.

Nuova barra delle applicazioni

La nuova barra delle applicazioni di Windows 11 ha le icone con il menu Start e le applicazioni principali spostate verso il centro e non allineate a sinistra. Cliccando su di essa è sparito il lungo menu che si apriva in Windows 10, sostituito da un’unica voce: Impostazioni della barra delle applicazioni. Dalle impostazioni è possibile scegliere quali elementi visualizzare e, per i nostalgici di Windows 10, anche scegliere di allineare le icone nuovamente a sinistra.

Widget in Windows 11

Microsoft reintroduce i widget e dà loro dignità di applicazione posizionando un’icona per richiamarli direttamente sulla barra delle applicazioni. Cliccando su di essa appare la finestra dei Widget con il feed delle notizie, il meteo, le notizie sportive e quelle economiche. Si parla della possibilità di vedere anche widget di terze parti con contenuti personalizzati.

Windows 11 con nuovi temi

Windows 11 al lancio propone sei temi che possono essere scelti accedendo alle Impostazioni e poi cliccando su Personalizzazione, Temi. Ogni tema ha le sue caratteristiche peculiari, alcuni sono più adatti a chi ama le tonalità scure, altri a quelli che prediligono i toni chiari. Ed è sempre possibile scaricarne di nuovi dallo Store per spingersi ancora più a fondo con la personalizzazione del sistema.

Icone, barre e suoni

Oltre alle finestre con i bordi arrotondati, si notano anche le nuove icone, che adesso sono più colorate e meglio distinguibili rispetto alle precedenti, e le barre laterali, meglio definite e arrotondate ai bordi. Al rinnovamento globale di Windows concorrono anche i suoni di sistema, che sono stati rinnovati rispetto al passato.

Ritorna anche il suono di benvenuto all’avvio del sistema, poco prima che appaia la schermata di accesso. Come per Windows 10 i suoni seguono il tema selezionato e possono essere modificati da Impostazioni, Temi, Suoni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome