Photocredit: cnet.com

In Italia non sono ancora usciti ed è grande l’attesa per i nuovi Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge: se sulle caratteristiche tecniche e sul design conosciamo ogni minimo dettaglio, ancora non è dato sapere quanta autonomia effettiva avranno questi due nuovi device.

Il dato di partenza è la capacità della batteria (2.550 mAh per l’S6 e 2.600 mAh per l’S6 Edge), ma ci dice poco sull’effettiva operatività massima consentita, specialmente se paragonato al valore di 2.800 mAh della batteria del vecchio Galaxy S5.

Il test

Una prima risposta ci viene data dalla redazione di GSM Arena, che ha provato in anteprima i nuovi top di gamma di casa Samsung, testandoli a fondo in ogni loro parte. Dalle prove effettuate risulta che l’autonomia in conversazione è di 19 ore e 48 minuti per entrambi: un buon risultato, soprattutto se confrontando con l’OnePlus One, che si attesta poco più sopra in graduatoria con un’autonomia di 19 ore e 56 minuti (considerando che dispone di una batteria da 3.100 mAh), ma nettamente peggio rispetto al Galaxy S5, che raggiunge quota 27 ore e 37 minuti.

Photocredit: gsmarena.com
Photocredit: gsmarena.com

Dove risultano vincenti — almeno rispetto al Galaxy S5 — è nel test di durata nella navigazione web, con un dato di 10 ore e 56 minuti: quasi un’ora in più a confronto del precedente top di gamma di Samsung e all’iPhone 5/5S, mentre per poco non raggiunge il Galaxy Note 4.

Photocredit: gsmarena.com
Photocredit: gsmarena.com

Performance simili sono state rilevate anche nel test di riproduzione video continuativa, dove i due Galaxy S6 e S6 Edge si fermano a 12 ore e 12 minuti: un’ora meglio del Galaxy S5 e dell’iPhone 6 Plus.

Photocredit: gsmarena.com
Photocredit: gsmarena.com

Considerazioni

Da questi test si evince come l‘autonomia generale del Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge sia più che soddisfacente e che, nonostante l’aumento della risoluzione massima delle schermo, questo non ha portato svantaggi degni di nota: rispetto al Galaxy S5, infatti, è superiore nelle prove più significative, cioè quelle nella riproduzione di video e nella navigazione web.

 

Articoli correlati:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome