Anche selfie sponsorizzati e pubblicità su Internet camuffata finiscono nel campo d’azione del disegno di legge Concorrenza 2017. Un ordine del giorno impegna infatti il governo Gentiloni a intervenire a livello legislativo «affinché l’attività dei web influencer sia regolata». Il provvedimento, che può ora tornare al Senato per la quarta lettura dopo aver incassato il via libera dell’Aula della Camera, rischia però di penalizzare gli automobilisti virtuosi sul fronte dell’Rc Auto. A lanciare l’allarme è l’ordine degli attuari, secondo il quale le norme, compresi gli emendamenti più recenti, non faranno scendere le tariffe: anzi, avvertono, le nuove norme rischiano di penalizzare gli automobilisti virtuosi o residenti in zone a basso rischio.

Il testo modificato alla Camera contiene anche altre novità che riguardano vari capitoli, dalle assicurazioni al telemarketing. Più esattamente viene chiarito che anche le assicurazioni sui rischi accessori non si rinnovano tacitamente e si risolvono automaticamente alla loro scadenza naturale, così da aumentare la mobilità del consumatore. Ecco poi la modifica sul telemarketing sopprime un comma con cui venivano stabilite alcune caratteristiche necessarie delle telefonate non sollecitate dagli stessi clienti. In buona sostanza viene cancellata la norma che fissava nuovi obblighi di trasparenza, all’inizio della telefonata, per il chiamante nell’ambito delle telefonate pubblicitarie.

Telecomunicazioni: recesso online per il cliente. Al cliente dovrà essere garantita la possibilità di comunicare il recesso o il cambio di gestore online. Le spese di recesso o trasferimento di un’utenza a un altro operatore telefonico devono essere commisurate al valore del contratto e ai costi reali sopportati dall’azienda.

Booking, ok a norma pro albergatori. La norma Booking vieta il parity rate. Questo significa che gli albergatori potranno praticare prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli offerti da intermediari terzi, anche online.

Sconti Rc auto al Sud e con scatole nere. Sconti per chi installa la scatola nera e per i virtuosi che non causano incidenti da 4 anni e vivono nelle province a più alto tasso di sinistri stradali. Entro un anno dall’entrata in vigore della norma, il governo è delegato ad adottare un decreto sull’obbligo di installazione della scatola nera. Per il risarcimento danni non patrimoniali da sinistri stradali si userà la tabella unica del tribunale di Milano.

Banche e Poste: la trasparenza. Le banche saranno chiamate a garantire maggiore trasparenza e flessibilità sulle polizze connesse o accessorie ai mutui. Slitta invece al 10 settembre 2017 lo stop all’esclusiva di Poste sulla notifica delle multe e degli atti giudiziari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome