Acquistare, vendere e fare trading su Bitocoin, ma anche su Litecoin ed Ether, direttamente dal cellulare. La possibilità viene adesso concessa dalla nuova funzionalità della app di Revolut, fintech con sede a Londra, che permette la conversione delle tre critpovalute in 25 valute. Il nuovo servizio è disponibile da oggi per il milione di clienti di Revolut, con una commissione flat dell’1,5% rispetto a picchi fino al 9% di alcune piattaforme. Nella settimana di beta test, oltre 10.000 utenti hanno fatto scambi per un milione di dollari in criptovaluta. La startup di mobile banking, che ha già raccolto fondi per 90 milioni di dollari, vuole così contribuire ad abbattere le divisioni tra vecchie e nuove monete.

Quotazione da record: Bitcoin vale più di Warren Buffett

Il Bitcoin vola sopra i 13.000 dollari. E adesso vale più di Warren Buffett, dell’economia della Nuova Zelanda e ha saldamente superato Goldman Sachs e Ubs. Un nuovo record spinto dal lancio del primo future sulla criptovaluta, atteso domenica, e che per gli osservatori la legittimerà come classe di asset per gli investitori, anche quelli piccoli. L’introduzione di future (contratti a termine che possono essere negoziati in borsa) sul Bitcoin “ha il potenziale di elevare le criptovalute a una classe di asset emergenti” ha affermato Nikolaos Panigirtzoglou, analista della società finanziaria statunitense JP Morgan, convinto che con un uso più diffuso il Bitcoin possa diventare come l’oro in termini di affidabilità e modalità per parcheggiare e conservare ricchezza nel lungo termine.

Una promozione, quella fatta dall’analista di JP Morgan, che sembra contraddire lo scetticismo di Jamie Dimon, ceo di JP Morgan, convinto che il Bitcoin sia una “frode peggiore di quella dei bulbi dei tulipani” in Olanda nei secoli scorsi. Ma per Panigirtzoglou al Bitcoin va concessa almeno una chance. “L’atteso lancio di contratti future da parte di mercati riconosciuti” come il colosso dei derivati Cme Group e il suo rivale Cboe Global Markets “ha il potenziale di aumentare la legittimità della criptovaluta e aumentare il suo appeal sia fra gli investitori istituzionali sia fra quelli retail”. Il Bitcoin, per l’analista, avrebbe elevato potenziale di crescita: data la breve vita, il valore totale è 300 miliardi di dollari rispetto ai 1.500 di tutto l’oro conservato fuori dalle casseforti delle banche centrali.

A inizio anno il Bitcoin valeva 1.000 dollari. Ora viaggia oltre 13.000, destando l’attenzione delle banche centrali e alimentando i timori di chi teme sia una nuova bolla pronta a esplodere. I mercati però cavalcano l’interesse per la criptovaluta, come è stato dimostrato dalla battaglia fra Cme e Cboe sui tempi per il primo future legato alla criptovaluta. Il Cboe lo introdurrà domenica alle 17 ora locale, con la prima giornata di scambi effettiva lunedì. Il future Cme è atteso per il 18.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome