Siri per macOS è infatti leggermente limitato rispetto a quanto offre su iPhone e iPad, sia per le ovvie differenze hardware, sia per la mancanza del supporto alle app di terze parti. Caratteristica, quest’ultima, che è arrivata su iOS solo con la versione 10 e che consente, per esempio, di dettare l’invio di un messaggio di WhatsApp, di prenotare un taxi o un’auto Uber. Sempre su Mac manca anche il supporto a HomeKit per gestire la casa domotica e nemmeno possiamo chiedere a Siri di leggere per noi le notifiche o di impostare un timer. Quello che non manca rispetto a iOS è, invece, la capacità di cercare informazioni sul web e di rispondere a tono alle domande.

Possiamo interagire in diversi modi con i risultati delle ricerche di Siri sul Mac equipaggiato il nuovo sistema operativo macOS Sierra. I file possono essere trascinati in un’altra finestra. Ma attenzione: nella destinazione verrà creato un alias. Teniamo premuto alt durante il trascinamento se vogliamo una copia. Siri è in grado di regolare vari aspetti del Mac, dal livello del volume a quello della luminosità, fino all’attivazione o allo spegnimento di Bluetooth e Wi-Fi. Possiamo anche chiedere quanto spazio libero c’è sul disco fisso e attivare il salvaschermo. Su macOS manca l’app Trova Amici di iPhone e iPad, ma è disponibile un widget per il centro notifiche che mostra dove si trovano i nostri amici.

Con Siri, possiamo anche chiedere di essere avvisati quando un nostro amico raggiunge una località. Siri non è in grado di comunicare con Facebook. Siri non potrebbe essere un assistente personale se non fosse in grado di memorizzare per noi riunioni e appuntamenti nel Calendario del Mac. Possiamo anche modificare un evento, aggiungere partecipanti e, di conseguenza, inviare gli inviti. Addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni, divisioni e percentuali: non interrompiamo quello che stiamo facendo per avviare la Calcolatrice e lasciamo a Siri tutti questi calcoli aritmetici. Le risposte tengono conto anche di eventuali approssimazioni.

Per personalizzare il comportamento di Siri sul Mac, apriamo Preferenze di Sistema -> Siri. Oppure, più velocemente, usiamo direttamente la nostra voce: facciamo clic sull’icona di Siri sulla barra dei menu e pronunciamo Apri le opzioni di Siri. L’assistente vocale è richiamabile tenendo premuti cmd + Spazio. Non è una scorciatoia comoda, visto che con una sola pressione degli stessi tasti richiamiamo Spotlight. Conviene quindi scegliere un’altra combinazione nel menu Abbreviazione da tastiera. Se usiamo Siri in un ambiente rumoroso e affollato, potrebbe essere difficile farsi capire utilizzando il microfono integrato nel Mac. Una pratica soluzione è ricorrere a cuffie o auricolari Bluetooth, da selezionare in Ingresso microfono.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome