Non solo Pixel 4 e 4 XL, all’evento Made by Google, l’azienda di Mountain View ha presentato anche il laptop Pixelbook Go. È la prossima generazione di dispositivi Pixelbook basati sul Chrome OS al prezzo iniziale di 649 dollari. È alimentato da processori Intel Core m3, i5 e i7 di ottava generazione con un massimo di 16 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione SSD.

Dalla sua c’è un display touchscreen da 13,3 pollici in full HD o in 4K per i dispositivi di fascia alta con una batteria più grande che secondo la società garantisce una durata della batteria fino a 12 ore. Google promette che in 20 minuti è possibile ottenere un’autonomia di due ore.

Google Pixelbook Go, cosa c’è da sapere

Pixelbook Go ha una finitura opaca sul corpo e anche con la sua custodia in magnesio il laptop è molto leggero. In termini di sicurezza, Pixelbook Go implementa il Titan C Security Chip proprio come Pixel 4. In dote ci sono anche due altoparlanti più potenti rispetto a quelli del Pixelbook, due microfoni nella parte anteriore, una fotocamera frontale da 2 megapixel capace di catturare immagini 1080p a 60 fps, due porte USB-C e un jack per cuffie da 3,5 millimetri. Esistono due varianti di Pixelbook Go: Just Black e Not Pink (nero e corallo), già ordinabili negli Stati Uniti.

Ecco quindi la coppia di smartphone Google Pixel 4 e Pixel 4 XL, alimentati dal SoC Qualcomm Snapdragon 855, affiancato da 6 GB di memoria RAM LPDDR4x. Fanno quindi bella mostra di sé una doppia fotocamera posteriore da 12 megapixel con stabilizzatore ottico dell’immagine e apertura f/1,7 e pixel da 1,4 micron, affiancata da una 16 megapixel con apertura f/2,4, pixel da 1 micron e stabilizzatore ottico dell’immagine.

Un’altra novità implementata dal Google è il Motion Gesture con cui usare l’onda della mano per controllare il cellulare e attivare funzioni come saltare brani, scegliere la suoneria silenziare le chiamate. A quanto pare è il primo smartphone a incorporare un sensore radar. In occasione delle presentazione Google ha annunciato diverse funzioni della fotocamera, tra cui Live HDR+ con controllo a doppia esposizione per la luminosità e il contrasto dell’immagine.

Il bilanciamento del bianco basato sull’apprendimento automatico regola in modo intelligente il bilanciamento del bianco e migliorerà la qualità della foto. I ritratti ora hanno una gamma più ampia e Night Sight è stato aggiornato per scatti a lunga esposizione: la chiamano astrofotografia. I device sono naturalmente equipaggiati con Android 10 e saranno i primi a ricevere aggiornamenti di sicurezza mensili per un massimo di tre anni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome