Photo Credit: PcAdvisor.co.uk

Lo shopping on-line durante le feste di Natale è quasi diventata una tradizione al pari del Pandoro e degli struffoli. Sempre più gente acquista articoli sulla rete che difficilmente si trovano sugli scaffali dei negozi sotto casa o nel più grande centro commerciale, soprattutto se parliamo di articoli informatici e componenti per PC.

Provare a costruire un pc low-budget è sempre un’impresa ardua, soprattutto perchè la nostra scelta è limitata ad alcuni componenti essenziali ma che è difficile trovare nei megastore e soprattuto trovarli a prezzi decenti,  ma se seguirete in nostri consigli, vi ritroverete un’ottima macchina per giocare, con un potenziale di upgrade molto elevato e che non ci farà rimpiangere componenti più costose.

La configurazione

Il PC che proponiamo è vera chicca per questo prezzo, con componenti relativamente recenti, con buone possibilità di upgrade e un grande potenziale di overclock grazie alla nuova CPU G3258 di Intel con moltiplicatore sbloccato, il tutto per circa 400 €.

Anche se la configurazione riguarda il gaming, non vuol dire che non vada bene anche per applicazioni desktop: riusciremo ad utilizzare anche applicativi CAD e Photoshop senza troppi problemi ma non aspettatevi nulla di sensazionale, soprattutto se avete esigenza di fare multi-tasking dato che il sistema è stato pensato per un utilizzo video-ludico.

Detto ciò iniziamo con l’introdurre i componenti:


Modello Descrizione Prezzo
CPU Intel Pentium G3258 Dual-core 3.2 Ghz, LGA1150 22 nm, Haswell, Unlocked 64,34€ su amazon.it
Scheda Madre ASRock B85M Pro4 56,90€ (in offerta) su ollo.com
Scheda Video Sapphire Radeon R7 260X 90,71€ sumonclick.it
Memorie Crucial Ballistix Sport XT 1x4GB, DDR3 1600Mhz, CL9 40,44€ su amazon.it
Hard Disk Western Digital Caviar BLUE, WD5000AAKX 500GB, 3,5 inch, Sata 3 – 6Gb/s, 7200RPM, 16MB Cache 47,99€ su amazon.it
PSU Corsair 500CX 500W, 80 Plus Bronze Certification 55,43€ su amazon.it
Unità Ottica Asus DRW-24F1ST Masterizzatore DVD-RW 13,79€ su amazon.it
Case Cooler Master Elite 310 Mid-tower 33,60€ su amazon.it
Totale 403,20 €

 

Tutti i prezzi sono IVA inclusa ma non comprendono spese di spedizione.

Se all’apparenza non vi sembra niente di eccezionale, vi posso assicurare che, con le dovute configurazioni dei componenti, vi ritroverete un sistema per il gaming che non ha nulla da invidiare ai più costosi sistemi in fasce di prezzo più alte.

E ora valutiamo la scelta dei componenti.

Intel Pentium G3258 20Th Anniversary

IntelPentiumG3258

  • Architettura: Haswell Refresh a 22nm
  • Frequenza (Turbo): 3.2 Ghz (N/A)
  • Core (Threads): 2 (2)
  • RAM Supportata: Dual Channel 1333 Mhz
  • GPU Integrata: Intel HD
  • TDP: 53W
  • Socket: LGA1150

 

Questa CPU è fenomenale. È stata rilasciata per i 20 anni di Intel ed è un pezzo più unico che raro dato che è un Pentium completamente sbloccato a poco meno di 65€.

È un processore dual-core senza Hyper-Trading che lavora ad una frequenza di 3.2Ghz e basato su tecnologia Haswell, ma quello che più ci è piaciuto di questa CPU sono le grandi potenzialità riguardo l’overclock: con il moltiplicatore sbloccato (e con memorie decenti) possiamo portarlo tranquillamente oltre i 4.5Ghz.

È un’ottima soluzione per quanto riguarda il rapporto prezzo/prestazione dato che possiamo portarlo a lavorare ai livelli prestazionali di un i3-4330 (con settings di overclock nemmeno troppo spinti) ma alla metà del prezzo di quest’ultimo.

Alla frequenza base funziona molto bene per il gaming ma se volete fare il salto di qualità con questi componenti, vi conviene iniziare a documentarvi sui programmi e i metodi di overclock per le CPU Intel: non rimarrete affatto delusi dai risultati!

I fattori che in genere risultano essenziali per una CPU su un sistema orientato al gaming sono: 

  • Simulazione della fisica
  • L’intelligenza artificiale

Il calcolo per le simulazioni fisiche dei giochi, per la stragrande maggioranza di questi, avviene a livello di CPU. La nuova tecnologia Physix di Nvidia, di contro, permette di spostare tale calcolo sulla GPU (con schede video predisposte), lasciando la CPU libera di eseguire altre operazioni.

Dato che sul nostro sistema montiamo una Radeon, non possiamo sfruttare tale tecnologia e dobbiamo, per forza di cose, affidarci alla CPU che, di conseguenza, deve essere abbastanza potente per poter effettuare i calcoli sulla simulazione in modo efficiente.

Il nostro G3258, in base ai benchmark disponibili in rete (link), si comporta molto bene, soprattuto se overclockato. A 4.8Ghz non ha nulla da invidiare ad un Core i7-4770K sullo stesso sistema di riferimento.

Ovviamente, se acquistiamo un pc a questo prezzo, vuol dire che abbiamo bisogno di stare attenti al portafogli anche per quanto riguarda la bolletta della luce.

Il G3258, oltre ad essere un ottimo compromesso per i PC gaming low-budget, è anche un ottimo compromesso per quanto riguarda i consumi.

L’intero pc, senza scheda video, arriverebbe a consumare dai 40~50W in idle ai 77W a pieno carico: solo i processori della serie Celeron  permettono di consumare di meno con l’utilizzo della CPU al 100%.

ASRock B85M Pro4

AsRockIl formato micro-ATX ci permette di avere più spazio all’interno del case per permettere un miglior ricircolo d’aria, soprattutto in vista di un possibile overclock. In più ci ha permesso di risparimaire sulla più costosa versione in ATX full-factor, considerato che forse non utilizzeremo mai i 2 ulteriori slot PCI presenti su quest’ultima.

Non lasciatevi ingannare dalla presenza del chipset B85, questa scheda è forse la più completa ed equipaggiata della sua categoria:

 

  • permette la configurazione CrossFireX con due schede video;
  • upgrade di memoria fino a 32GB in Dual Channel;
  • supporta XMP 1.3/1.2 fino a 1600 Mhz;
  • supporta ben 4 hard disk SATA3 a 6Gb/s e 2 SATA2 a 3Gb/s;
  • monta 3 prese USB 3.0 e 6 USB 2.0.

In sostanza un margine di upgrade molto alto, caratteristica essenziale per un pc entry-level.

Ma il limite superiore di aggiornamento dell’hardware non è il solo vantaggio che ci offre questa scheda: molti produttori di schede madri, dopo l’uscita del G3258, hanno deciso di sbloccare le funzionalità di overclocking sui chipset H81,H87,Z77 e B85. 

Con gli ultimi BIOS della B85M sarà quindi possibile lavorare sulle frequenze, sui voltaggi ma soprattuto sul moltiplicatore sbloccato della nostra CPU, permettendoci di raggiungere frequenze di funzionamento e performance elevate che sono in genere una prerogativa di PC che si trovano in fasce di prezzo più alte. 

Crucial Ballistix Sport XT

CrucialBallistixQuando parliamo di memoria è ormai risaputo che Crucial è sempre un’ottima opzione da considerare, soprattutto quando il prezzo dei moduli è così contenuto. Abbiamo voluto, anche in questo caso, premiare la versatilità dell’intero sistema con 4GB di memoria molto performante e che riuscisse a tenere stabile il carico di un possibile overclock, piuttosto che spendere di più per 8GB di memoria più scadente.

 4GB sono abbastanza per giocare, ma se pensiamo di usare tale configurazione per il multi-tasking, avremo bisogno di qualche GB in più acquistabile non appena ne avremo la possibilità.

Privilegiare l’upgrade con un altro modulo di memoria è sempre, secondo noi, la scelta più azzeccata se si guarda alle prestazioni e ai sistemi low-end per il gaming.

Come abbiamo potuto notare, il processore è impostato per operare a una frequenza di BUS di 1333Mhz.

Si potrebbe spingere fino a 2133Mhz in overclock ma, per i limiti imposti dalla scheda madre e dalle memorie, possiamo arrivare fino ad un massimo di 1600 Mhz attivando l’opzione XMP nelle impostazioni del BIOS, configurazione più che decente per un PC orientato al gioco.

Sapphire Radeon R7 260X

SapphireRadeonQuesta scheda è in grado di ottenere prestazioni molto simili alle ultime console next-get quali Xbox One e PS4.

Titoli come Assassin’s Creed 4 e Battlefiled 4 girano senza alcun problema ad una qualità di dettaglio elevata senza penalizzare le prestazioni, rispetto alla contro parte console dove la qualità dei dettagli risulta inferiore.

Soffre un po’ i 1080p su giochi più recenti, ma a 720p girano senza alcun problema ad alti dettagli.

 La ciliegina sulla torta è la presenza del chip TrueAudio, non presente sulle più costose 270x e 280x.

 Il TrueAudio è una tecnologia proprietaria di AMD che permette di elaborare i suoni dei vostri giochi direttamente con la GPU lasciando libera la CPU di lavorare su altri dati. Inoltre, permette la creazione di effetti di riverbero e spazializzazione molto realistici, qualitativamente superiori a quelli possibili con le schede audio integrate.

Western Digital Caviar BLUE

WesternDigitalLa scelta dell’unità di memorizzazione non poteva che ricadere su un hard disk classico. Gli SSD sono ancora troppo costosi per i sistemi low-end orientati al gaming ma, per fortuna, la nostra scheda madre, in futuro ci permetterà di aggiungere fino a 4 SSD SATA3.

Insomma, per ora ci possiamo accontentare di 500GB di archiviazione.

Corsair 500CX

Corsair500È un PSU piuttosto potente per questo sistema ma, come già detto, non vogliamo puntare solo su buone performance, ma anche sulle potenzialità e sugli upgrade futuri.

Un 500W ci terrebbe al sicuro in caso decidessimo di aggiungere un’altra scheda video, un paio di hard disk e RAM aggiuntiva.

Per questa cifra, purtroppo, non possiamo permetterci un PSU modulare con cavi che non occupino troppo spazio, ma il 500CX è un ottimo prodotto per questa categoria di prezzo, soprattutto per il wattaggio.

Un prodotto di ottima manifattura di casa Corsair che, anche su prodotti low-budget, non si smentisce mai: non per forza la certificazione 80 Plus  Bronze è sinonimo di efficienza, ma questo non vale per questa unità.

Molto silenzioso, anche se con un hold-up time piuttosto basso (14,1 ms), è forse il meglio che ci possiamo permettere per questa fascia di prezzo.

Case Cooler Master Elite 310 e Asus DRW-24F1ST

CaseCoolerSpendiamo due paroline anche per il case e per l’unità ottica. La scelta di questi componenti è stata dettata, così come per l’hard disk, dall’esigenza di rimanere bassi con il prezzo.

Per il loro costo sono comunque due ottimi prodotti con il case targato Cooler Master e il masterizzatore targato Asus.

Il case pecca un pò dal punto di vista del ricircolo d’aria, soprattutto se decidiamo di andare pesanti sull’overclock visto che parliamo di un mid-tower, ma per la configurazione stock va più che bene. Ciò non toglie  che, nel caso decideste di overclockare, è possibile aggiungere un’ulteriore ventola da 80mm ed equipaggiare la CPU con un dissipatore after-market più performante.

Per l’unità ottica ci affidiamo, ad ogni modo, alla qualità di Asus che ci promette risparmi sul consumo di Masterizzatore Asuspotenza della sua periferica e, di conseguenza, ci consente di avere più margine sugli upgrades futuri.

Upgrades

Il primo acquisto che farei dopo i primi 6 mesi è sicuramente un’altra R7 260X da 2 GB da far funzionare in modalità CrossFireX per poter giocare senza problemi a 1080p e che permetta di superare di gran lunga le performance delle console next-gen.

Riguardo le unità di memorizzazione, per il gaming, la quantità di storage non è essenziale. E’ più importante un hard disk veloce che eviti in qualsiasi modo rallentamenti durante l’esperienza di gioco.

Appena ne avrete la possibilità, acquistate un’unità SSD e noterete una sostanziale differenza sulle performance di questo PC, soprattuto in fase di caricamento o se la memoria RAM è satura e ha bisogno di salvare dati sul disco.

Non dimentichiamoci che abbiamo a disposizione anche altri 3 slot per le RAM, che vi permetto di arrivare fino a 32GB di memoria totali. Un così alto quantitativo di memoria non verrebbe sfruttato al meglio, soprattuto considerando la presenza di soli due core nella CPU. Sarebbero meglio sfruttati da un processore quad-core come quello di questa stessa configurazione ma con AMD montato su (link).

Se non volete sprecare soldi, quindi, vi consiglio di pensare ad un upgrade di memoria più conenuto: o un nuovo Ballistix Sport XT da 4GB in modo da sfruttare anche il dual channel della scheda oppure una coppia di memoria, anche più performanti, da 8 GB ognuna, in modo da arrivare ad un massimo di 16GB. Anche in questo caso, la quantità non è importante se non fate multi-tasking.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome