Al via le vendite di OnePlus 5, smartphone Android top di gamma deciso a lasciare il segno in questo 2017. L’obiettivo è chiaro: conquistare un’ampia fetta di mercato puntando sulla combinazione tra caratteristiche di primo livello e prezzo contenuto. Più esattamente, le versioni acquistabili attraverso il sito ufficiale, raggiungibile in questa pagina, sono quella di colore Slate Gray con 6 GB di RAM e 64 GB di storage al prezzo di 499 euro e quella Midnight Black con 8 GB di RAM e 128 GB di storage al prezzo di 559 euro. Per risparmiare sull’impegno di spesa, la società cinese dà l’opportunità di permutare l’usato e ricevere uno sconto per l’acquisto di OnePlus 5.

Sono accettati anche i vari modelli di iPhone così come i terminali a firma Samsung, Motorola, Sony, Microsoft, Nokia, BlackBerry, HTC, Huawei, Lenovo e LG. Il tutto mentre i precedenti OnePlus 3T e OnePlus 3 (le release con denominazione non sono state realizzate) riceveranno l’aggiornamento ad Android 8 O entro la fine dell’anno. L’indicazione è arrivata in occasione della AMA (Ask Me Anything) con protagonisti i manager OnePlus. Dal punto di vista tecnico, OnePlus 5 è molto simile al OnePlus 3 con le dimensioni del display HD da 5,5 pollici con risoluzione a 1080p rimaste immutate e con la presenza del sensore per la lettura delle impronte digitali.

Al pari del precedente modello, il nuovo OnePlus 5 non è resistente all’acqua ed esibisce una porta USB Type-C, il mantenimento del jack per cuffie e un singolo altoparlante. Il cuore del nuovo smartphone cinese è rappresentato dal processore Qualcomm Snapdragon 835 con CPU octa-core a 2,45 GHz e GPU Adreno 540 con 6 o 8 GB di RAM di tipo LPDDR4X con 64 o 128 GB di memoria interna non espandibile. A spingere il OnePlus 3 ci pensa invece il chip Qualcomm Snapdragon 820 con GPU Adreno 530 e 6 GB di RAM di tipo LPDDR4. Ma è sul versante della fotocamera che si registrano i più consistenti passi in avanti e le differenze tra i due terminali sono più evidenti.

Sul OnePlus 5 trovano spazio sul retro due sensori da 16 e 20 megapixel, il primo con apertura f/1.7 e il secondo con apertura f/2.6, con stabilizzazione dell’immagine, Smart Capture, HDR, Portrait Mode e zoom ottico. A bordo del precedente OnePlus 3 troviamo una fotocamera con sensore da 16 megapixel. Se la batteria del OnePlus 3 è da 3.000 mAh, non removibile, con tecnologia Dash Charge, in grado di assicurare una carica di oltre il 60% in 30 minuti, quella del OnePlus 5 è da da 3.300 mAh, sempre con ricarica rapida. Il sistema operativo di partenza del nuovo top di gamma è Android 7.1.1 Nougat (OxygenOS). Le opzioni di colore sono due: Midnight Black e Slate Grey.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome