Domani Apple lancia l’iPhone 8. O meglio, l’iPhone X, secondo le voci che si sono rincorse nel fine settimana. Tra le novità date per certe ci sono uno schermo che copre tutta la superficie dell’apparecchio, il riconoscimento facciale associato a funzioni di realtà aumentata, batterie ricaricabili wireless. Apple spera così di far risalire le vendite, considerando che negli ultimi anni ha fatto registrare rallentamenti nel giro d’affari rispetto alle aspettative iniziali. Nell’ultimo trimestre 2017 la società della mela morsicata ha registrato il 12,1% di quota del mercato globale degli smartphone contro l’87,1% degli apparecchi Android (22,5% Samsung).

iPhone X anziché iPhone 8

Si chiamerà iPhone X, costerà intorno ai mille dollari, sarà a pieno schermo senza il tasto centrale, si potrà sbloccare con i gesti. Il lancio sul mercato è in programma domani martedì 12 settembre 2017. Un evento che segna i dieci anni del dispositivo che ha cambiato la storia della telefonia mobile e sarà nel ricordo di Steve Jobs: si terrà nel nuovo campus di Cupertino, nel teatro a lui dedicato ovvero lo Steve Jobs Theater all’Apple Park. L’ultima indiscrezione è sul nome. Inizialmente indicato come iPhone 8, secondo Forbes dovrebbe chiamarsi X, dove il numero romano sta a indicare il decimo anniversario dal rilascio della primissima versione di iPhone.

Insieme a questo dispositivo dovrebbero esserne lanciati altri due (presumibilmente iPhone 7S e 7S Plus), gli aggiornamenti delle attuali versioni in commercio. Altro importante rumor riguarda il prezzo. Secondo gli analisti Ubs dovrebbe mantenersi sotto i mille dollari, mentre per Kgi supererà questa soglia per il costo elevato degli schermi con tecnologia Oled (più contrasto e flessibilità) che Apple ha commissionato anche questa volta Samsung. Lo schermo avrà cornici sottilissime e si estenderà per quasi tutta la superficie frontale dello smartphone come già visto sui modelli top di Samsung e LG ovvero Samsung Galaxy S8, Samsung Galaxy S8+ e LG G6. Secondo Bloomberg, in basso non ci sarà più il pulsante fisico Home, sostituito da gesture: per accedere alla schermata bisognerà far scorrere il dito dal basso verso il centro dello schermo.

Dovrebbe uscire di scena anche il lettore delle impronte digitali sostituito da un sensore per il riconoscimento facciale. Apple introdurrebbe anche nuove colorazioni, tra cui il bianco e il rame, oltre a quelle tradizioni oro, argento, grigio siderale e rosa dorato. In merito alla messa a scaffalle, secondo il Wall Street Journal la produzione del nuovo iPhone sarebbe in ritardo di un mese. Per il sito Macerkopf i pre-ordini partiranno dal 15 settembre con l’arrivo nei negozi il 22. L’Italia non sarebbe inclusa in questi paesi di prima fascia, ma le indicazioni sono contrastanti. All’evento iPhone del 12 settembre sarebbero attesti anche l’Apple Watch di terza generazione e una Apple TV 4K.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome