Sono tre le possibili di Huawei Mate 10 che potrebbe affacciarsi sul mercato italiano. Ci sarebbe la versione di base Huawei Mate 10, quella più grande Huawei Mate 10 Pro e quella ridotta Huawei Mate 10 Lite. Una triplice indiscrezione in attesa di conferma che, a ogni buon conto, potrebbe non arrivare prima del 16 ottobre, giorno dell’evento di presentazione a Monaco di Baviera. Si tratta del suggello di un’annata, questa del 2017, che non si è dimostrata affatto avara sul segmento degli smartphone di qualità. A ogni modo, c’è già una certezza sul Huawei Mate 10 ed è l’equipaggiamento con il nuovo e performante chip Kirin 970, affiancato da 6 GB di RAM e da 64 o 128 GB di storage con microSD.

Huawei Mate 10: si ricomincia dal nuovo processore

Il cuore di Huawei Mate 10, come anticipato dalla stessa multinazionale cinese sul palcoscenico dell’IFA 2017 di Berlino, sarà allora rappresentato dal Kirin 970 progettato da Huawei HiSilicon. Sulla base di quanto formalmente dichiarato, il chip permetterà agli utenti di eseguire prestazioni molto più rapide e una durata della batteria maggiore fino al 50%, oltre a poter fruire di un design più compatto. Stiamo parlando di un processore a 10 nm octa-core, formato da una CPU a 8 core: 4 Cortex-A73 da 2,4 GHz e 4 Cortex-A53 da 1,8 GHz, accompagnato da una GPU da 12 core di nuova generazione, Mali G72MP12. Tra i principali produttori di dispositivi mobile, solo Huawei e Apple puntano su processori proprietari.

Huawei Mate 10 Pro e Huawei Mate 10 Lite prendono forma

Cosa aspettarsi dal Huawei Mate 10 Pro? A distanza di un mese dalla presentazione, sembra che il terminale possa esibire uno schermo di tipo LCD da 5,99 pollici con risoluzione pari a 2.880 x 1.440 pixel in rapporto 18:9. Anche in questo caso sono da mettere in conto sensibili progressi sul fronte della fotocamera con gli obiettivi dei due sensori Leica da 12 e 20 megapixel che potrebbero essere portati a un valore di apertura di f/1.6. In pista ci sarebbero anche stabilizzazione ottica delle immagini, autofocus laser e flash LED dual tone. Davanti farebbe invece bella mostra di sé una videocamera con sensore da 8 megapixel.

Equipaggiato con il nuovo sistema operativo Android 8.0 Oreo con interfaccia EMUI 6.0, Huawei Mate 10 Pro potrebbe portare con sé la certificazione IP68 di resistenza all’acqua e alla polvere, il lettore per il riconoscimento delle impronte digitali, una capiente batteria da 4.000 mAh, il supporto alle connettività Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.2, GPS, NFC (Near Field Communication), utile anche per effettuare pagamenti in mobilitò, e LTE Cat. 16. Nelle prossime settimane potrebbero saltare fuori nuovi dettagli (da confermare).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome