Quali sono le nuove tendenze del mercato? Quale direzione hanno preso i grandi produttori? Cosa racconta la nuova generazione di cellulari? Il trend di questo ultimo trimestre del 2017, che sarà verosimilmente rilanciato nel 2018, è quello dell’intelligenza artificiale. La fotocamera del Mate 10 di Huawei riconosce ad esempio l’oggetto inquadrato. Nel Google Pixel 2, realizzato da HTC insieme al modello XL a firma LG, è stato da poco lanciato sul mercato e porta con sé un assistente virtuale per servizi personalizzati. Il chip proprietario A11 Bionic è invece il punto di distinzione di iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus: è il più potente e serve per la realtà aumentata.

In linea di massima continuano a prevalere i display sempre più grandi e adesso senza bordi, strategici per gli utenti che trascorrono sempre più tempo nella visione in streaming di contenuti vari, se non di film e serie TV. Tuttavia si alza il livello medio dei prezzi, quasi sempre attorno ai mille euro, ma con qualche eccezione. Come l’Asus Zenfone 4, per cui sono sufficienti meno di 800 euro. Ma dove si trova la vera innovazione?

iPhone 8 Plus. Scocca uguale a iPhone 7 Plus, ma con parte posteriore in vetro per ricarica wireless e adattatori venduti da terze parti. Display Retina HD da 5,5 pollici, doppia fotocamera da 12 megapixel con grandangolo, zoom ottico e modalità ritratto potenziata. Chip A11 Bionic che supporta l’intelligenza artificiale. A partire da 949euro.

Samsung Galaxy Note 8. Display da 6,3 pollici con risoluzione pari a 2.960 x 1.440 pixel. Fotocamera da 12 megapixele che permette di registrare video in 4K. Sistema operativo Android 7.1.1 Nougat con interfaccia Grace UI e aggiornabile al nuovo Android 8 Oreo. Dalla sua ci sono il processore Quad-core 2.3GHz + Quad-core 1.7GHz e pennino S-Pen per accedere a particolari funzioni. Il prezzo di listino è di 940 euro.

Google Pixel 2 XL. Il cellulare della società di Mountain View (in Italia solo versione XL) è dotato di un display P-Oled da 6 pollici con una ratio di 18:9. Fotocamera da 12,2 megapixel con stabilizzatore ottico, processore Qualcomm Snapdragon 835 e sistema operativo Android 8.0 Oreo sono le caratteristiche di base. Possibile interagire tramite l’assistente virtuale di Google. Da novembre a 989 euro.

Asus Zenfone 4 Pro. È la versione dei nuovi Zenfone 4 che più si avvicina ai modelli di fascia alta della concorrenza. In dote ci sono display Amoled da 5,5 pollici con risoluzione pari a 1.920 x 1.080, doppia fotocamera da 16 megapixel, connettività con modem Snapdragon X16LTE e Wi-Fi multi-gigabit 802.11ad, batteria da 3.600 mAh e sistema operativo Android 7.0 Nougat. Disponibile a 769 euro.

Huawei Mate 10. Il punto forte del nuovo smartphone cinese che verrà presentato il 16 ottobre a Monaco di Baviera sarà il processore Kirin 970, il primo ad avere un’unità dedicata all’intelligenza artificiale. La versione Pro dovrebbe avere una doppia fotocamera Leica. Display borderless da 6 pollici, potente batteria da 4.000 mAh.

iPhone X. La principale novità del dispositivo che celebra il decimo anniversario di iPhone è il sistema di riconoscimento facciale, con cui sbloccare il cellulare con uno sguardo. Display Super Retina da 5,8 pollici, lo smartphone monta una nuova Gpua tre core progettata da Apple. Esce il 3 novembre a un prezzo minimo di 1.189 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome