Photo by TechCrunch

Shoutout è una nuova app iOS gratuita che offre quello che il fondatore e CEO Philip Golbraikh chiama “visual texting”.

L’idea è quella di creare un ambiente in cui le persone non si preoccupano della qualità dell proprie foto ma piuttosto di usarle come una vera e propria rappresentazione visiva del proprio messaggio. Ecco cosa sto facendo, guardate cosa ho visto per strada, ecc…

La foto come contenitore e contenuto della comunicazione

Non è una grandissima novità, nulla impedisce alle persone di condividere foto non venute bene in altri modi, e ci sono tante altre app che offrono questa funzione di condivisione, molto nota è Snapchat che sta prendendo piede in tutto il mondo e consente di inviare le foto ad amici solo per un certo numero di secondi, poi la visibilità viene annullata.

Shoutout non solo enfatizza l’idea di foto come contenitore e contenuto stesso della comunicazione, intende rendere questa comunicazione il più semplice possibile.

Come funziona Shoutout

Uno screenshot dell'app Shoutout
Uno screenshot dell’app Shoutout

Quando l’app si apre, infatti, mostra immediatamente la fotocamera dell’iPhone. Nella parte bassa dello schermo, circa un terzo, ci sono icone che mostrano tutti i contatti dell’app, così come ordinati dall’utente. Se si vuole scattare una foto basta toccare l’icona collegata ad un amico e la foto viene istantaneamente scattata e condivisa (ovviamente c’è anche l’opzione per conservare una copia nel rullino).

Meno passaggi che inviare un sms

Garrett Peek (già progettista dell’app Draw Something) ha affermato che il processo prevede persino meno passaggi rispetto all’invio di un sms o altro messaggio di testo. Chi l’ha provata afferma di trovare utile proprio la rapidità di condivisione che consente di risparmiare tempo in un mondo in cui siamo impegnati in tante altre attività “mangia tempo” proprio legate al maggiore utilizzo degli smartphone. È inoltre possibile aggiungere filtri prima di scattare la foto, e creare gruppi con i propri contatti, in modo da poter inviare una foto a un gruppo di amici con un solo gesto.

Una volta viste le foto scompaiono

Vista dal lato di chi riceve l’app presenta una pila di foto, non c’è limite di tempo per guardarle ma una volta viste le foto scompaiono. L’app si svincola da alcune logiche social e le foto arrivano senza che chi riceve debba accettare o essere d’accordo. D’altra parte se si diventa noiosi o peggio fastidiosi il ricevente può sempre bloccare il mittente.