I servizi a sovrapprezzo, spesso chiamati anche Value added services (Vas) o servizi premium, sono servizi a pagamento di intrattenimento e di informazione. Possono essere acquistati singolarmente con un unico addebito o in abbonamento, mediante addebito settimanale.

Per rendere più trasparente l’acquisto dei servizi premium e per evitare attivazioni non volute, l’Agcom ha pubblicato, in data 8 novembre 2019, la versione aggiornata del Codice di condotta per l’offerta dei servizi premium, che contiene una serie di regole di condotta, concordate tra gli operatori telefonici, i fornitori di servizi premium, le associazioni dei consumatori e approvate dall’Autorità, volte ad assicurare trasparenza delle procedure, diritto di ripensamento, sicurezza della gestione dei dati, disattivazione gratuita e procedura unificata dei rimborsi.

Diritto al ripensamento per servizi a pagamento

Per i servizi in abbonamento il diritto di ripensamento è un periodo di prova di sei ore dei soli servizi in abbonamento, durante il quale l’utente può valutare l’effettiva volontà dell’acquisto. Tramite il ripensamento l’utente può ottenere la disattivazione del servizio e il riaccredito di quanto addebitato chiamando il numero verde 800.44.22.99 entro sei ore dalla ricezione del messaggio di attivazione.

A partire dal 20 gennaio 2020, l’utente può ottenere la disattivazione del servizio e il riaccredito di quanto addebitato anche inviando, sempre entro sei ore, un Sms con il testo Annulla al numero indicato nel messaggio di attivazione.

I servizi premium in abbonamento sono sempre disattivabili. L’utente può chiamare il numero verde 800.44.22.99 direttamente dal numero su cui sono stati attivati i servizi oppure rivolgersi al call center del proprio operatore.

In caso di acquisto involontario, l’utente ha diritto al rimborso integrale di quanto addebitato se la richiesta è inoltrata entro sei mesi dalla data di acquisto per il servizio singolo o entro sei mesi dalla data di disattivazione per quello in abbonamento.

Per impedire l’attivazione di servizi premium l’utente può chiedere al call center del proprio operatore o attraverso area web o applicazioni di self care, l’attivazione del barring, ossia il blocco di qualunque servizio premium sia in abbonamento, sia in acquisto singolo sul proprio numero di rete mobile. L’utente può segnalare il caso compilando il modello D, seguendo le istruzioni contenute nella pagina Presenta una denuncia all’Autorità.

La denuncia non è finalizzata a risolvere il problema dell’utente per l’attivazione non voluta, ma ha come obiettivo quello di fornire all’Agcom informazioni su presunte violazioni della normativa di settore che, una volta accertate, potranno portare a un provvedimento sanzionatorio nei confronti dell’operatore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome