Adesso che è ufficiale l’aggiornamento macOS Sierra 10.12.4 ovvero l’upgrade del sistema operativo per Mac, resta da capire se conviene o no scaricare e installare. E soprattutto è importante capire cosa cambia, quali sono le novità che il software porta con sé, i problemi risolti e i miglioramenti da mettere in conto. Anticipiamo subito che esistono valide ragioni per equipaggiare il proprio Mac (o MacBook Pro o MacBook Air) ma allo stesso tempo sull’altro piatto della bilancia ci sono anche ragioni per non farlo o comunque per rimandare la procedura. Provando a schematizzare i motivi sulla convenienza o meno di installare macOS Sierra 10.12.4, l’operazione è consigliata

  1. se sono stati riscontrati problemi nell’esperienza d’uso con OS X El Capitan;
  2. per installare Night Shift su Mac ovvero la modalità notturna con cui i toni dello schermo vengono modificati in automatico in base all’ora di utilizzo per non affaticare la vista;
  3. per chi ha acquistato il nuovo MacBook Pro 2016 con Touch Bar;
  4. per chi vuole innalzare il livello di protezione;
  5. per installare l’assistente vocale Siri;
  6. per migliorare Messaggi e disporre di nuove emoji;
  7. per sbloccare il terminale con Apple Watch;
  8. per utilizzare Apple Pay su Mac;
  9. per guadagnare un supplemento di spazio per l’archiviazione dati.

Allo stesso tempo occorre pensare bene a cosa si sta facendo ovvero esistono almeno quattro ragioni per cui non conviene installare macOS Sierra 10.12.4 sul proprio Mac o MacBook Pro o MacBook Air. L’upgrade è sconsigliato se

  1. non si è preparati (si tratta di un aggiornamento impegnativo da non prendere alla leggera);
  2. si è preoccupati dell’introduzione di problemi con MacOS Sierra, sempre possibili;
  3. se si utilizza un Mac molto vecchio;
  4. se si è in viaggio o comunque non in una postazione fissa con alimentazione a parete e connessione Wi-Fi stabile e sicura.

Mac compatibili con MacOS Sierra 10.12.4

Un consiglio prezioso prima di procedere con l’aggiornamento è di effettuare il backup dei dati presenti sul proprio Mac perché l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. In particolare, Time Machine consente di eseguire il backup dei file su un disco rigido esterno in modo da poterli ripristinare in seguito o visualizzarne uno stato precedente. Occorre poi ricordare come vengano richiesti ID Apple e password per cui è utile averli a portata di mano. A ogni modo, non tutti i Mac, MacBook Pro o MacBook Air sono compatibili con il nuovo aggiornamento di sistema operativo. Più esattamente macOS Sierra 10.12.4 gira a bordo di

  1. MacBook (fine 2009 o più recente)
  2. MacBook Pro (metà 2010 o più recente)
  3. MacBook Air (fine 2010 o più recente)
  4. Mac mini (metà 2010 o più recente)
  5. iMac (fine 2009 o più recente)
  6. Mac Pro (metà 2010 o più recente)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome