Via libera al rilascio della coppia di nuovi aggiornamenti di sistema operativo per iPhone e iPad. iOS 13.3 e iPadOS 13.3 sono già ufficialmente scaricabili e installabili su tutti i dispositivi compatibili. La carica di novità e cambiamenti passa dai controlli parentali in Tempo di utilizzo, il supporto per le chiavi di sicurezza conformi a NFC, USB e Lightning FIDO2 in Safari.

Il browser supporta le chiavi di sicurezza fisiche come YubiKey dotata di Lightning, che può essere utilizzata per un’autenticazione a due fattori. Yubikey è uno strumento di sicurezza per i browser, in cui non è necessario inserire un codice di sicurezza: è sufficiente collegarlo a un iPhone o Mac per autenticarsi. FIDO2 è anche una chiave di sicurezza hardware per l’autenticazione a due fattori. Il supporto per la chiave di sicurezza conforme a FIDO2 è stato aggiunto a Safari 13 in macOS.

Altri cambiamento con il nuovo aggiornamento iOS 13.3

Ecco quindi il nuovo interruttore nella sezione Tastiere dell’app Impostazioni che blocca la visualizzazione degli adesivi Animoji e Memoji come opzione sulla tastiera Emoji. Gli utenti possono adesso sfruttare la funzionalità con cui salvare la versione modificata come nuova clip e non sostituire l’originale. Per quanto riguarda l’Apple Watch è quindi possibile modificare l’icona dell’app cambiando il colore della corona digitale da nero a grigio.

Semaforo verde al supporto di iOS 13.3 non solo per i nuovi iPhone 11, iPhone 11 Pro, iPhone 11 Pro Max, ma anche iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR, iPhone X, iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6s Plus, iPhone SE, iPod touch di settima generazione. Nessuna possibilità di download per iPhone 5S, iPhone 6 e iPhone 6 Plus, per cui l’ultimo software disponibile è iOS 13.2.

In tutti i casi è possibile verificare manualmente la presenza dell’update seguendo il percorso, direttamente dal proprio dispositivo, Impostazioni Generali -> Aggiornamento Software -> Scarica e Installa direttamente dal dispositivo oppure collegare il device a un Mac o a un PC via iTunes.

Si ricorda infine che Apple ha smesso di firmare iOS 13.2.2. Si tratta di una operazione standard: la società di Cupertino interrompe regolarmente la sottoscrizione di versioni precedenti del firmware iOS nel tentativo di garantire che la maggior parte degli utenti faccia riferimento agli aggiornamenti più recenti. Significa in buona sostanza che è impossibile effettuare il downgrade a una versione del software per iPhone e iPad precedente a quella della major release.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome