iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6 Plus, iPhone 6, iPhone 5S, iPhone SE. Ma anche iPad Pro da 12,9 pollici di prima e seconda generazione, iPad Pro da 10,5 pollici, iPad Pro da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad (2017), iPad 4, iPad mini 4, iPad mini 3: sono questi i device a firma Apple compatibili con iOS 11. Quello di martedì 12 settembre 2017 è il giorno della presentazione dell’iPhone 8, ma è anche quello del rilascio del nuovo aggiornamento di sistema operativo, atteso da tutti i possessori di un terminale della mela morsicata (non iPhone 5 e iPhone 5C), intenzionati a non acquistare il nuovo smartphone, almeno nel breve periodo.

Andando in linea con quanto visto negli ultimi anni, la disponibilità della versione definitiva del sistema operativo è di fatto contestuale con la presentazione del nuovo iPhone, gratuita e in contemporanea per tutti i device per cui è stato annunciato il supporto. Fino a quel momento occorrerà accontentarsi della Golden Master, che precede il rilascio della versione finale e dell’ultima beta. Fra i dispositivi non compatibili balza subito all’occhio l’assenza dell’iPhone 5 (destinato peraltro a uscire fuori produzione) mentre vanno messi in conto possibili limitazioni nell’esperienza d’uso con i modelli meno recenti.

iOS 11: limiti e supporto

iOS 11 non supporta quelle a 32-bit, destinate a non girare nei terminali della mela morsicata che hanno effettuato l’aggiornamento o a essere cancellate dallo store di Apple. Alcune funzionalità potrebbero essere precluse al mercato italiano, come quelle relative a nuovi eventuali standard più veloci per il collegamento Internet, agli aggiornamenti dell’app News che ha sostituito Edicola, ai ritocchi del sistema delle Mappe, ad alcune funzioni di Apple Music. Allo stesso tempo si segnala l’attivismo della comunità degli hacker, a tal punto che si apprende (e si vede attraverso un video) come il jailbreak iOS 11, almeno nella versione beta, sia praticamente già disponibile per iPhone 7.

Tra le funzioni di iOS 11, la nuova funzione Non disturbare riconosce quando siamo alla guida e si attiva in automatico disattivando chiamate, messaggi e notifiche che potrebbero distrarre. Ed è eventualmente possibile impostare una risposta automatica per i propri contatti preferiti per avvertirli che si è al volante e non si può rispondere. Sul fronte Fotocamera, sono disponibili nuovi filtri professionali e il nuovo formato High Efficiency Image File Format (HEIF) permette di ridurre della metà la dimensione dei file, mantenendo la stessa qualità.

iPhone 8, ritardi nella produzione e quantità ridotte

A proposito di iPhone, sembra ormai certo che la multinazionale di Cupertino metterà in vendita i due modelli di iPhone 7S (da 4,7 pollici e da 5,5 pollici) affiancati da iPhone 8 (o iPhone X), da venerdì 22 settembre. In buona sostanza replicherà la strategia adottata con la coppia iPhone 7 e iPhone 7 Plus. La versione speciale dovrebbe essere disponibile in quantità ridotte anche per via dei soliti presunti ritardi nella produzione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome