Ancora una settimana di novità in casa Apple e di nuove indicazioni per questo mese di aprile 2017, mantenendo la WWDC 2017 di giugno come orizzonte temporale. La società di Cupertino ha deciso di accelerare sul fronte software con conseguenze sul jailbreak iOS 10.3, stretta tra i problemi lamentati dai possessori di iPhone e iPad (soprattutto i modelli più datati) che hanno eseguito l’upgrade a iOS 10.3 e lo sviluppo della prossima major relase iOS 11. La novità è dunque rappresentata dall’aggiornamento iOS 10.3.1 che, changelog alla mano, porta con sé correzioni di errori e migliora il livello di sicurezza dei terminali della mela morsicata. Ma è già in fase di sviluppo il successivo update iOS 10.3, adesso in versione di prova.

iOS 11: stop al supporto delle app a 32-bit

Il giro di vite nei confronti delle app a 32-bit sembra confermato a il prossimo aggiornamento iOS 11 scriverà la parola fine alla compatibilità. Maggiori dettagli salteranno fuori alla WWDC 2017. Ancora congelato l’affaire jailbreak iOS 10.3. Sono poche e contrastanti le informazioni emerse negli ultimi sette giorni e con l’attivismo di Cupertino c’è da credere che i tempi non siano ristretti. Tuttavia, come il recente passato insegna, la comunità degli hacker è in grado di estrarre il coniglio dal cilindro nei momenti più inattesi. Ci sono comunque alcune certezze: Apple ha confermato il supporto dell’iOS 10.3.2, da mettere in conto giù in questo mese di aprile 2017 per tutti i dispositivi in grado di eseguire il sistema operativo iOS 10.

Si tratta di iPhone 7 e iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone SE, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro da 12,9 pollici, iPad Pro da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad di quarta generazione, iPad mini 4, iPad mini 3, iPad mini 2 e iPod touch di sesta generazione.

iPhone 7: prezzi più bassi aspettando iPhone 8 e Mac Pro modulare

Settimana dopo settimana cala il prezzo di acquisto dell’iPhone 7. Offerte e sconti si moltiplicano per chi sceglie la strada dell’acquisto con i portali di ecommerce. Meno pronunciate sono le riduzioni delle grandi catene di vendita, come Mediaworld, Euronics o Uniero. In questo momento la più interessante proposta è quella della piattaforma di commercio elettronico puntocomshop.it: 598,99 euro, inclusi i costi di spedizione. Occorrono invece 599 euro (anche in questo caso spese per l’invio a casa inclusi) con risparmiatelo.it. Di interessante c’è la garanzia italiana. Il terzo gradino del podio è invece occupato da puntocomshop.it: 604 euro, tutto compreso, con garanzia europeo. Il modello è sempre quello da 32 GB

In questo contesto potrebbero allungarsi i tempi dell’uscita dell’iPhone 8 (o iPhone 7S), lo smartphone del decennale. O almeno è quanto ritiene l’Economic Daily News, secondo cui l’appuntamento potrebbe slittare di uno o due mesi rispetto al tradizionale cronoprogramma e di conseguenza il nuovo melafonino non vedrebbe la luce prima dei mesi di ottobre o novembre.  Di interessante ci sono poi le parole di Phil Schiller, manager di Apple, sul Mac Pro: sarà modulare ma non vedrà la luce che alla fine dell’anno o, più verosimilmente, solo nel 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome