Il menù del calcio di domani mercoledì 12 aprile 2017 propone Bayern Monaco Real Madrid, da vedere anche in streaming: alle 20.45 le immagini possono infatti essere visualizzate su PC, tablet e smartphone, sia esso un iPhone o un device Android. In Italia le piattaforme legali passano da Mediaset, solo per i suoi abbonati, con Premium Play. Di conseguenza, almeno seguendo questo sentiero, non esiste la possibilità del real time gratis, in chiaro e per tutti. Con l’oscuramento e la continua riattivazione di piattaforme web che trasmettono le immagini senza autorizzazione, come Rojadirecta, diventa sempre più difficile lo streaming sfruttando soluzioni parallele e alternative.

Ma sul satellite è possibile provare con le emittenti Arena Sport del Montenegro, Sky Austria, Czech TV, Sky Deutschland, Armenia TV ovvero con i loro siti web. Poi ci sono i portali delle società specializzate nelle puntate sugli eventi sportivi che, a fronte di alcuni limiti ben precisi, come l’obbligo della registrazione, possono proporre in streaming anche Bayern Monaco Real Madrid. In ogni caso, Mediaset mette dunque a disposizione il servizio Premium Play per vedere il match all’Allianz Arena, fruibile anche da Mac, smart TV, decoder, Xbox, Chromecast e smart cam. Il ventaglio delle soluzioni si completa con il sito sportmediaset.it, su cui vengono trasmessi i match visibili in chiaro e per tutti sui canali generalisti, ma non è il caso di Bayern Monaco Real Madrid, e l’app Sportmediaset, gratuitamente scaricabile sia su iPhone e iPad e sia su smartphone e tablet Android.

Ma qualcosa sta cambiando. In questo contesto di diritti nasce l’idea dell’asse Sky con la Rai. L’idea dalle parti di Viale Mazzini sarebbe quella di cedere i diritti televisivi della Coppa nazionale, che comunque ha uno share molto limitato, se si esclude la finale, e della Formula 1 e conquistarsi quelli della massima competizione calcistica a livello di club e che mancano da tempo immemore.

Secondo il piano d’azione, la Rai potrebbe investire una quarantina di milioni per trasmettere un match in chiaro durante la settimana, sempre delle squadre italiane e in prima serata, mentre gli altri sessanta per arrivare all’ipotetica valutazione complessiva di cento arriverebbero dalla pay-tv che potrebbe gestire di nuovo tutte le altre partite. Da ricordare che tra due anni entrerà in vigore il nuovo format della massima competizione continentale, con l’Italia che avrà quattro squadre ai nastri di partenza, e dunque a disposizione ci sarebbe una platea di gare che fa ovviamente gola ai diversi attori in campo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome