Cos’è la firma digitale?

Non è altro che l’equivalente in digitale della classica firma tradizionale e attribuisce al documento su cui viene apposta validità legale, assicura che il documento non venga modificato dopo la sottoscrizione garantendo l’autenticità di chi lo sottoscrive che non può in alcun modo ripudiarlo.

Una grande spinta per la sua diffusione è stata data dall’imposizione d’invio degli atti societari al registro delle imprese solamente per via telematica. Permettendo così di snellire in maniera considerevole il lavoro di interazione tra le pubbliche amministrazioni.

Come funziona?

Per generare una firma  digitale avete bisogno di un kit di chiavi asimmetriche assegnate a un singolo individuo (titolare). Vi verrà fornito un software da installare sul vostro computer grazie al quale selezionerete  il documento su cui dovrete apporre la firma. Nel momento in cui state firmando, il programma vi richiede un’autenticazione mediante un dispositivo di generazione pin (come il token che viene utilizzato per il web banking), se il pin è corretto verrà apposta la firma e il file verrà reso non modificabile. Naturalmente questo grado di sicurezza rende completamente diversa la firma digitale dalla firma scansionata e apposta sui documenti. Sicuramente sarà un passo avanti nella tecnologia per velocizzare le procedure che una volta risultavano essere molto lente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome