Arriva la dichiarazione dei redditi precompilata del 730 2017, con una ricca dote di dati che in molti casi si tradurranno in sconti per i contribuenti. Dati e detrazioni sono a disposizione dei singoli contribuenti a partire da oggi ed è perciò possibile visualizzare il proprio modello. La stagione della precompilata entrerà però nel vivo dal 2 maggio al 24 luglio quando sarà possibile fare modifiche o integrazioni e spedire la dichiarazione 730.  Dai 29 miliardi di spese sanitarie ai 27,8 miliardi dei bonifici relativi a incentivi per le ristrutturazioni e bonus energia: è questo il valore solo di alcune delle spese sostenute e che ora, già inserite, daranno diritto a sconti fiscali differenziati a seconda se si tratta di detrazioni fiscali al 19%, deduzioni o detrazioni da diluire in 10 anni.

Le novità più importanti della precompilata 730 2017 e tutte le scadenze

Con i molti dati già inseriti, il modulo informatico messo a punto dall’Agenzia delle entrate diventa anche un memo salva bonus per i cittadini che hanno diritto a detrazioni e deduzioni, che troveranno i relativi campi già valorizzati e non dovranno fare altro che controllarli. Il capitolo più importante è quello delle spese sanitarie sostenute dai cittadini: ne saranno indicate per complessivi 29 miliardi e, in gran parte, si tradurranno in una detrazione del 19% per circa 53 milioni di italiani. Le novità sono numerose: per quanto riguarda i termini di integrazione della dichiarazione degli anni precedenti, da quest’anno si può visualizzare, accettare, modificare, integrare e inviare la dichiarazione precompilata 2017 del 730 e inoltre consultare e correggere la dichiarazione dello scorso anno inviata tramite l’applicazione web. In caso di modifiche occorre utilizzare il modello Unico 2016 integrativo che l’Agenzia mette a disposizione con i dati presenti nella dichiarazione inviata.

L’Agenzia delle entrate mette a disposizione dell’erede un modello Redditi senza alcun dato precompilato, tranne i dati anagrafici e quelli della persona deceduta. E anche in questo caso c’è la possibilità di invio tramite l’applicazione web. Ecco poi i nuovi oneri e spese:

  1. Spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni dei condomini
  2. Spese per l’acquisto di farmaci presso farmacie e parafarmacie
  3. Spese sanitarie sostenute per prestazioni degli ottici, degli psicologici, degli infermieri, delle ostetriche, dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle strutture autorizzate a fornire i servizi sanitarie e non accreditate
  4. Spese veterinarie comunicate dalle farmacie, dalle parafarmacie e dai veterinari

Le regole, che sono contenute in un provvedimento firmato dal direttore delle entrate, Rossella Orlandi, hanno ottenuto il via libera del Garante della Privacy. Per gli italiani è il terzo appuntamento con questa dichiarazione semplificata, che via via si è arricchita di informazioni. Queste sono tutte le scadenze da ricordare:

  • 18 aprile. Accesso alla precompilata del 730 2017 con apertura del canale telematico
  • 2 maggio. Da questa data è possibile accettare, modificare e inviare la dichiarazione
  • 30 giugno. Ultimo giorno utile per il versamento di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta
  • 24 luglio. Ultimo giorno utile per la presentazione del 730 precompilato
  • 31 luglio. Ultimo giorno utile per il versamento, con la maggioranza dello 0,4% a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome