La sigla DNS sta per Domain Name System, o Sistema dei Nomi di Dominio ed è la tecnologia che permette di cercare un sito con il suo nome invece che con l’indirizzo IP. Dal momento che esistono tantissimi server DNS nel mondo, cambiare quelli in uso sul nostro computer può aiutare a rendere assai più veloce l’accesso ai siti web, migliorando così le prestazioni quando la connessione sembra in difficoltà. La procedura per effettuare questa operazione non è difficile, ma è abbastanza laboriosa, poiché richiede di accedere al Pannello di controllo di Windows e navigare tra un discreto numero di menu che di solito non usiamo.

Server DNS: come fare per cambiarli

Per accedere al Pannello di controllo, non possiamo passare dalle Impostazioni di Windows. Il modo più semplice è scrivere Pannello di controllo nel campo di ricerca del menu Start. Vedremo così il Pannello di controllo di Windows. In Modifica le impostazioni del computer facciamo clic sull’icona Rete e Internet Visualizza lo stato della rete. Dopo facciamo clic sulla voce in alto: Centro connessioni di rete e condivisione. Questo ci porta alle funzioni che controllano attività e stato della connessione. In alto, accanto al nome della nostra rete, clicchiamo su Ethernet se il PC è collegato via cavo al router, o su Wi-Fi se è in connessione wireless.

Ora scegliamo Proprietà: si apre un nuovo pannello nel quale selezionare Protocollo Internet Versione 4 o TCP/IPv4. Fatto questo, facciamo ancora clic sul pulsante Proprietà, in basso a destra. Nel pannello delle Proprietà, sarà probabilmente spuntata la casella Ottieni indirizzo server DNS automaticamente. Spuntiamo invece Utilizza i seguenti indirizzi server DNS. Ora inseriamo gli indirizzi. Possiamo usare quelli di Google, considerati tra i migliori. In Preferito inseriamo 8888, mentre in Alternativo scriviamo 8844. Possiamo anche provarne altri. Spuntiamo Convalida impostazioni in uscita e chiudiamo tutti i menu. Ora possiamo eseguire un test sulla velocità, all’indirizzo speedtest.net e controllare le prestazioni.

Cambiare i server DNS è un ottimo modo per ripristinare una velocità accettabile per la connessione a Internet, ma non è l’unico rimedio da provare. Lo stato di salute di cavi e alimentatori che collegano il router al computer e alla presa elettrica è la prima cosa da controllare. Facciamo poi attenzione alle app che occupano la banda deteriorando le prestazioni. Possiamo scovarle mediante Gestione attività, che le elenca in base alla quantità di connessione richiesta. pure gli aggiornamenti automatici di Windows sono un freno alla velocità: possiamo disattivarli per eseguirli manualmente dal menu Aggiornamento e sicurezza nelle Impostazioni. Infine controlliamo il menu di configurazione del router. Se sono disponibili aggiornamenti del firmware, meglio installarli subito.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome