Via libera alla distribuzione del nuovo aggiornamento Android Wear 2 per LG Watch Urbane 2nd Edition. La ricezione della notifica dell’update è automatica, tuttavia è possibile procedere in autonomia andando nelle Impostazioni del device e attivare la ricerca degli update. L’aspetto con cassa metallica circolare e cinturino in cuoio di LG Watch Urbane 2nd Edition è molto simile a quello di un classico orologio. La particolarità di questo dispositivo è l’integrazione di una scheda SIM e la possibilità di connessione alle reti telefoniche come un normale smartphone, per chiamare e navigare su Internet. Display Oled da 1,38 pollici con risoluzione pari a 480 x 480 pixel a 348ppi, lo smartwatch è spinto dal processore Qualcomm Snapdragon 400 da 1,2 GHz con 4 GB di memoria e 768 MB di storage di tipo LPDDR2.

All’interno di LG Watch Urbane 2nd Edition troviamo giroscopio, accelerometro, bussola, barometro sensore del battito cardiaco. Sistema operativo Android Wear, è uno di quegli smartwatch resistente a polvere e acqua, con tanto di certificazione IP67. Compatibile con tutti gli smartphone Android 4.3 e superiori e con iPhone con iOS 8.2 e superiori, Le funzioni disponibili con il melafonino sono però limitate alle notifiche quando l’orologio è connesso tramite Bluetooth, alle app preinstallate per le funzioni standalone, oltre alle funzioni di chiamata e SMS con SIM inserita.

Verso Apple Watch S3

Non c’è ancora una data di presentazione e né di uscita della nuova generazione dello smartwatch della società di Cupertino. La terza, per l’esattezza. Un recente rapporto degli analisti del Susquehanna Financial Group indica che Apple potrebbe introdurre la connettività cellulare nella prossima versione del dispositivo. Con una scheda SIM per LTE, Apple Watch non avrebbe più bisogno dell’iPhone per poter fare e ricevere telefonate e inviare messaggi di testo. L’idea è da tenere in considerazione, ma comporta anche una serie di difficoltà. L’autonomia della batteria sarebbe messa a dura prova dalle funzioni telefoniche. Senza considerare che volendo mantenere attivo anche l’iPhone o lo smartphone sarà necessaria una seconda SIM telefonica con traffico dati incluso.

A ogni modo, l’arrivo delle connessioni dati su Apple Watch permetterebbe di accedere direttamente al vasto catalogo di Apple Music per ascoltare la musica in streaming ovunque ci troviamo. Caratteristica che renderebbe ancora più interessanti gli auricolari Apple AirPods. Con lo standard LTE integrato in Apple Watch sarà infatti possibile usare gli auricolari wireless per fare e ricevere telefonate senza bisogno della connessione all’iPhone. Con la connettività 4G sull’Apple Watch oltre alle telefonate e ai messaggi potremo ricevere e inviare dati direttamente dalle applicazioni installate. La quantità di energia che la tecnologia cellulare richiede è sempre stata il principale problema per l’introduzione di questa tecnologia negli smartwatch, ma i nuovi chip a basso consumo e una batteria più potente potrebbero risolvere la situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome