Dopo l’acquisizione da parte di Verizon, Yahoo! si fonde con Aol nella nuova entità battezzata Oath. In un tweet il numero uno di Aol, Tim Armstrong, ha scritto: «Miliardi di consumatori, più di 20 marchi, un team imbattibile. Takethe oath. Estate 2017». Yahoo! prevede di completare entro fine giugno la vendita della maggioranza delle sue attività operative, in particolare i servizi di pubblicità online e le piattaforme operative come Yahoo Mail, Yahoo News e Tumblr. Le attività rimaste faranno capo a una società di investimenti che sarà ribattezzata Altaba e conserverà le attività finanziarie non rilevate da Verizon, vale a dire in particolare la quota di Yahoo! nel colosso cinese di commercio online Alibaba.

Unieuro: debutto in rialzo

Unieuro apre la stagione delle quotazioni e il debutto è positivo. Il titolo, dopo un’accoglienza piuttosto fredda del mercato, ha accelerato fino a chiudere con un +4,55% a 11,5 euro, a fronte di un prezzo di collocamento fissato in 11 euro con uno sconto, rispetto alla forchetta di 13-16,5 euro prevista. La prima matricola del 2017 ha piazzato nel collocamento agli investitori istituzionali 70 dei 220 milioni di euro capitalizzazione, con un flottante pari 31,81%, destinato a salire al 35% con l’esercizio della greenshoe. Unieuro è la 71esima società quotata sullo Star: il segmento di Borsa Italiana dedicato alle medie imprese con capitalizzazione compresa tra 40 milioni e 1 miliardo di euro.

A curare l’offerta Citigroup, Credit Suisse e e Mediobanca con Unicredit Joint Bookrunner. «La quotazione – ha spiegato Barbara Lunghi, responsabile Primary Markets di Borsa Italiana – rappresenta per Unieuro una tappa fondamentale in una storia di crescita continua e un ulteriore passo verso il consolidamento del proprio business grazie all’accesso al mercato dei capitali». La catena dell’elettronica di consumo che dal 2005 ha come azionista di riferimento il fondo americano Rhone Capital, ha una quota di mercato stimata del 18%.

Il gruppo che ha oltre 3.900 dipendenti e ha chiuso il 2016 con ricavi vicino a 1,6 miliardi, ha circa 460 punti vendita (171 retail, 277 punti wholesale e 9 negozi travel) ed è presente nel business-to-business e nell’online, dove di recente si è rafforzata con l’acquisto di Monclick il cui closing è previsto entro maggio e il break even in 12-18 mesi. Dopo una giornata sotto il segno meno il Ftse Mib lima in chiusura le perdite e si porta in parità con un blando positivo: +0,07%,comunque oltre la soglia dei 20.000 punti, a quota 20.257 punti. Ultima della classe in una Europa che vede anche Londra chiudere a +0,54%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome