TikTok parental control

L’uso crescente dei video su TikTok da parte dei giovani è una tendenza sempre più diffusa negli smartphone dei ragazzi, poiché questo social network è principalmente frequentato dalla fascia giovanile della popolazione. Sebbene il pubblico di riferimento sia giovane, i creatori di contenuti su TikTok non sempre appartengono alla stessa fascia di età dei fruitori. Da qui l’importanza di proteggere i ragazzi e i bambini da contenuti inappropriati che vanno oltre il semplice intrattenimento, come battute comiche, balli e parodie musicali divertenti.

È responsabilità dei genitori monitorare l’attività dei propri figli sui social media, ma data l’impossibilità di farlo costantemente, è fondamentale fare affidamento sulla funzione di Controllo Genitori. Questo strumento consente ai genitori di monitorare e, se necessario, limitare l’accesso alle funzionalità dell’app per garantire un ambiente online sicuro per i propri figli. Pertanto, è importante comprendere come funziona e come utilizzare correttamente questa funzionalità.

Come attivare il parental control su TikTok

Per attivare il parental control su TikTok è necessario collegare il proprio account con quello di un’altra persona, ad esempio un figlio minorenne. Questa procedura presenta somiglianze con il funzionamento dell’app Family Link di Google e avviene direttamente tramite l’app ufficiale di TikTok, senza la necessità di scaricare o installare app di terze parti.

Per avviare la procedura di parental control, bisogna aprire l’app TikTok sul proprio smartphone, toccare l’icona del profilo in basso a destra e quindi l’icona del menu in alto a destra (rappresentata da tre linee sovrapposte). Successivamente, si deve selezionare “Impostazioni e privacy” e scorrere fino alla sezione “Contenuti & Attività”, dove si trova l’opzione “Collegamento famigliare”.

Toccando questa opzione, si aprirà una nuova schermata in cui si deve selezionare il ruolo di “Genitore” e procedere con l’indicazione della seconda persona coinvolta, che si presume sia un adolescente. Una volta effettuata questa selezione, verrà visualizzato un QR-Code.

A questo punto, si deve prendere lo smartphone della seconda persona e accedere al suo account TikTok. Dopo aver aperto l’app e selezionato l’icona del profilo, si deve navigare fino alle “Impostazioni e privacy” e quindi alla sezione “Contenuti & Attività”, dove si trova l’opzione “Collegamento famigliare”. Qui, bisogna toccare “Continua” e successivamente “Scansiona codice” per inquadrare il QR-Code visualizzato sul dispositivo del genitore.

Una volta inquadrato il codice QR e confermata la corrispondenza dell’account, si deve procedere con il collegamento premendo il pulsante “Collega account” e confermando con “Link”. Questa operazione convalida il collegamento tra i due account in pochi secondi.

Quindi è possibile impostare i controlli parentali in base alle proprie esigenze. Utilizzando l’account genitore, si può selezionare il profilo appena collegato dalla schermata “Collegamento Famigliare” e modificare i parametri relativi alla gestione del tempo, alla modalità limitata, alle ricerche e alle impostazioni della privacy.

Ad esempio, è possibile impostare un limite di tempo di utilizzo dell’app per l’account della seconda persona e attivare restrizioni sui contenuti inappropriati. Ed è possibile controllare le ricerche effettuate tramite il motore di ricerca interno di TikTok e modificare le impostazioni sulla privacy per garantire una maggiore sicurezza dell’account.

Tutte le modifiche apportate tramite la funzione “Collegamento famigliare” di TikTok diventano effettive solo dopo il riavvio dell’app da parte della seconda persona.

Articolo precedentePagamento a rate su Amazon, come funziona e su quali prodotti
Prossimo articoloCome fare a cambiare colore alle icone delle cartelle del PC

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome