In hindi la parola Lechal significa “portami lì”.

Dal MIT di Boston arriva l’idea di due ragazzi indiani che hanno progettato una scarpa capace di collegarsi al GPS del proprio smartphone e di comunicare a chi la indossa la direzionegiusta da seguire attraverso lievi vibrazioni direttamente ai piedi.

Parlano i creatori

Come ha scritto sul proprio blog uno dei due creatori, Anirudh Sharma, in un primo momento l’idea era di aiutare le persone non vedenti ad orientarsi per la città. In seguito, però, si è capito che l’idea era buona non solo per gli ipovedenti, ma anche per tutte le persone che non hanno problemi di vista: il progetto è stato dunque allargato.

Design e comodità

Anirudh Sharma e Krispian Lawrence, titolari dell’iniziativa, una volta finiti gli studi negli USA, hanno messo in piedi una startup che presto arriverà sul mercato. Le proposte saranno due. La prima è una scarpa non solo comoda, ma anche dal design futuristico, molto Hi-tech. La seconda idea è una suola che si adatterà ad ogni tipo di calzatura. La tecnologia, infatti, è contenuta proprio nella suola, in modo da poter essere usata con la propria scarpa preferita.

Il nome Lechal

Lechal è una parola hindi che in italiano vuol dire “portami lì”. Nessun’altra espressione poteva chiarire meglio il concetto di questa scarpa rivoluzionaria.

Come funziona

Il fulcro della tecnologia è composto dal ricevitore Bluetooth, il quale permette di comunicare con l’applicazione scaricabile sul proprio smartphone. All’altezza del tacco è presente una piccola batteria con autonomia di sei ore circa. Su tutta la lunghezza della suola c’è un sistema di vibrazioni che vibrano, appunto, a seconda della direzione da prendere. La suola è fatta di poliuretano, un materiale traspirante che rende la scarpa impermeabile al 100%. La batteria è ricaricabile tramite una presa USB. I creatori promettono che sarà possibile accendere o spegnere il caricabatteria con un semplice schiocco di dita. Inoltre, il caricatore sarà in grado di comunicare a voce a quale livello di carica sia arrivato il dispositivo.