Senza dubbio le principali attenzione della settimana sono state tutte catturate dal nuovo aggiornamento di sistema operativo iOS 11. In attesa del rilascio della prima beta pubblica, Apple ha messo a disposizione la primissima release di prova agli sviluppatori, da cui sono venuti fuori parte dei miglioramenti e delle novità che attenderanno gli utenti di tutto il mondo ovvero i possessori di iPhone e iPad. Ma in parallelo si resta in attesa del rilascio dell’aggiornamento iOS 10.3.3, l’ultimo di questa major release prima di voltare pagina e iniziare ufficialmente un nuovo percorso con l’esperienza d’uso con l’iOS 11, la cui versione finale è attesa solo in autunno, in coincidenza con l’arrivo dell’iPhone 8.

Tra iOS 11 e macOS High Sierra

Dell’iOS 11 abbiamo allora appreso non solo dell’introduzione di decine e decine di nuove funzionalità (coma la possibilità di sbloccare il dispositivo lasciando scorrere verso l’alto la schermata di blocco, la tastiera a una mano, il supporto del formato audio Flac, il nuovo Centro di Controllo con schermata unica e toggle personalizzabili, la dark mode, la possibilità di registrare lo schermo su iOS, l’introduzione di Emergency SOS, il nuovo dock per le applicazioni su iPad, i suggerimenti di Siri in Spotlight, la possibilità di creare tabelle nell’app Note su iPhone e iPad), ma anche il taglio dei device che lo supportano. Rispetto a quanto visto con iOS 10 e successivi update riparatori, iOS 11 non è più compatibile con iPhone 5 e iPhone 5C.

In questo contesto, i fari sono puntati sulle operazioni relative al jailbreak. La situazione aggiornata racconta come non sia stato sviluppato alcun tool di sblocco, al pari di quanto è successo con i precedenti aggiornamenti di sistema operativo. Le ultime notizie riferiscono come la comunità degli hacker abbia indirizzato le proprie attenzioni sul nuovo iOS 11 e il quadro potrebbe diventare un po’ più chiaro nelle prossime ore. Non solo iOS 11 perché a catturare l’attenzione nella WWDC 2017 è stato anche l’aggiornamento MacOS High Sierra ovvero il nuovo sistema operativo per Mac, MacBook Pro e MacBook Air. Anche in questo caso l’elenco delle novità è piuttosto lungo e include Safari e mail, l’aggiornamento della potenza della GPU, Apple File System e la realtà virtuale.

Tra iPhone 8, iPhone 7S e nuovo iPad Pro 2017

E mentre si resta in attesa dell’iPhone 8 e l’iPhone 7S è sempre più oggetto di promozioni e sconti, ecco che Apple ha levato i veli dalla generazione 2017 di iPad Pro. Il nuovo tablet si caratterizza innanzitutto per la presenza di un display True Tone da 10,1 pollici, in grado di esibire una luminosità fino a 600 nits e girare video in HDR. Significa altissima qualità e immagini nitide. A bordo trova spazio il prestante processore A10X Fusion a 6-core, al debutto assoluto. Sul nuovo iPad Pro è presente un rinnovato sensore da 12 megapixel con stabilizzatore ottico e apertura focale da f/1.8 e una videocamera da 7 megapixel per videochiamate in HD con stabilizzatore dell’immagine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome