Come ogni anno di questo periodo tra i produttori più attivi sul fronte aggiornamenti di sistema operativo Android c’è Samsung. E non solo in riferimento agli ormai ex top di gamma Samsung Galaxy S7 e Samsung Galaxy S7 Edge, rispetto a cui il rollout di Android 7 è completo anche in Italia, e ai precedenti Samsung Galaxy S6 e Samsung Galaxy Note 5. Ma anche per le due varianti del Samsung Galaxy Tab S2, quelli con display da 8 e da 9,7 pollici. La distribuzione è in corso anche da queste parti e a essere coinvolti sono innanzitutto le versioni Wi-Fi del Samsung Galaxy Tab S2 da 9,7 pollici (modello SM-T810) e quelle LTE del Samsung Galaxy Tab S2 da 8 pollici (modello SM-T715).

Ma Android 7 Nougat non è il sistema operativo più diffuso

A tal proposito, vale la pena evidenziare come la diffusione di Android 7 Nougat sia in crescita costante, ma sempre nel contesto di un quadro molto frammentato. Stando infatti agli ultimi dati raccolti e resi pubblici in questo mese di aprile 2017

  • Android Lollipop è presente nel 32% dei terminali tra la versione 5.0 e la successiva 5.1;
  • Android 6.0 Marshmallow sul 31,2%;
  • Android 4.4 KitKat sul 20%;
  • Android 4.0 Jelly Bean e successivi aggiornamenti sul 10,1%;
  • Android Nougat sul 4,9% tra la major release 7.0 e il successivo update 7.1;
  • Android Gingerbread sullo 0,9%;
  • Android Ice Cream sullo 0,9%.

Si tratta di quote destinate a variare alla luce del progressivo rollout di Android 7, ma che disegnano comunque una situazione poco fluida nella scia di quanto accade da molti anni.

E Android 8 O è più vicino

A grandi passi verso Android 8 O. Al di là della denominazione che sarà assegnata al nuovo sistema operativo, Google è sul punto di rilasciare una nuova beta (o meglio, un’altra developer preview) mentre diventano più chiari i binari lungo i quali ha deciso di muoversi. Un’attenzione supplementare è riservata al sistema delle notifiche in almeno tre modi:

  • possibilità di posticipare la notifica;
  • ampia personalizzazione dell’area Quick Settings;
  • raggruppamento delle notifiche per tipo, inclusi i vari Facebook, Twitter, Instragram e WhatsApp.

Dalle notifiche alle app il passo è breve ed ecco le funzioni picture in picture in Android 8 O, la personalizzazione delle icone, il Wi-Fi Aware, per comunicare con altri dispositivi senza bisogno di un access point e naturalmente le nuove Api. E al pari dei precedenti sistemi operativi, ecco lo sforzo per aumentare la durata della batteria. La chiave per innalzare il livello di autonomia è sempre la stessa: l’implementazione di accorgimenti per limitare le attività delle app in background.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 7 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome