Tempo di aggiornamenti Android 7 Nougat, ma anche di prove e commenti, di avvistamenti e di prospettive in attesa che il nuovo sistema operativo Android 8 O prenda definitivamente forma. Non passano inosservate le segnalazioni di problemi da parte dei possessori di Samsung Galaxy S6 e Huawei P9 Lite coinvolti nella distribuzione dell’aggiornamento. L’indice è puntato sulla batteria, la cui durata peggiorerebbe anche in maniera vistosa. Il condizionale è naturalmente d’obbligo perché resta ancora da capire qual è il reale impatto su larga scala. Sarebbe quindi iniziato il conto alla rovescia per il rollout di Android 7 su Samsung Galaxy A3, Samsung Galaxy A5 e Samsung Galaxy A7 2016.

Stando a quanto messo nero su bianco da Samsung Turchia, le finestre di tempo sarebbero la prima settimana di maggio 2017 per il Samsung Galaxy A3 e tra il 22 e il 28 maggio per il Samsung Galaxy A5 e il Samsung Galaxy A7 2016. Inizia quindi a fare la sua comparsa Android Nougat 7.1.1 su Samsung Galaxy S7 Edge. L’update è stato avvistato sul sito di benchmark GFXBench, a testimonianza di come possa a breve essere dato il via al rollout. Ad aver invece annunciato novità è stata Xiaomi. Più esattamente la società cinese ha anticipato come sia in dirittura d’attivo Android Nougat 7.1 su Xiaomi Mi 5C attraverso l’update della MIUI 8. Rimanendo ancora nel mondo cinese, ecco che Android 7.1.1 sta per sbarcare su ZTE Axon 7 Mini dopo aver fatto la sua comparsa su ZTE Axon 7.

Ci sono novità anche sul fronte dell’aggiornamento Android 7.1.2 Nougat. Negli ultimi giorni è infatti iniziato il rollout dell’ultimo update sfornato dalla società di Mountain View su Google Pixel C ovvero il tablet più recente di BigG. Tra le novità con cui gli utenti avranno a che fare ci sono il nuovo launcher, il menu multitasking. I primi device a essere stati coinvolti dal rollout sono stati Google Pixel e Google Pixel XL, Nexus 5X, Nexus 6P e Nexus Player, ma non Nexus 5 e Nexus 6. Le prime prove riferiscono di un miglioramento della stabilità generale, della correzione di bug e appunto dell’implementazione di nuove funzionalità.

In questo contesto Android sorride perché, numeri alla mano, è adesso il sistema operativo più diffuso al mondo. Il sorpasso è avvenuto lo scorso mese di marzo. I dati aggiornati sono stati pubblicati da StatCounter, secondo cui le quote di mercato sono così distribuite:

  1. Android 37,93%
  2. Windows 37,91%
  3. iOS 13,09%
  4. macOS 5,17%

A sorprendere non sono le quote in valore assoluto ma il trend costantemente discendente del sistema operativo della società di Redmond e quello in ascesa di Android. Numeri in crescita anche per il mondo Apple, ma non in maniera dirompente come Android.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome