E sono quattro le versioni beta dell’iOS 10.3, atteso aggiornamento di sistema operativo made in Apple per iPhone e iPad. Rispetto ad altri update, l’attenzione su questa release è certamente maggiore per via delle tante nuove funzionalità che porterà con sé. Non si tratta, insomma, di un software che si limiterà a correggere bug e imperfezioni, ma arricchirà l’esperienza d’uso. Un primo assaggio è arrivato con le prime release di prova. Anche se non hanno ancora offerto una dimostrazione del Theater Mode ovvero la novità più interessante da mettere in conto, hanno già fatto la loro comparsa alcuni interessanti cambiamenti.

Find my AirPods, ad esempio, per ritrovare gli auricolari AirPods nella scia di quanto accade con la medesima funziona per l’iPhone stesso e i nuovi avvisi quando con il lancio delle app a 32-bit. Di più: gli utenti che hanno installato la beta di iOS 10.3 stanno ora ricevendo notifiche push con la segnalazione della possibilità di attivare l’autenticazione dell’account in due passaggi così da innalzare il livello di sicurezza. Durante la procedura di identificazione, viene infatti richiesto di effettuare il login tramite il device e il numero di telefono. Ma arrivati a questo punto, a quando l’uscita della versione finale dell’iOS 10.3?

Naturalmente non c’è una risposta sicura perché Apple non comunica in anticipo le date di rilascio degli aggiornamenti software e non intende cambiare approccio con questa nuova release. Tuttavia, provando a raccogliere le indiscrezioni che arrivano da al di là dell’oceano e facendo riferimento alle strategie adottate negli scorsi anni, iOS 10.3 potrebbe essere disponibile per tutti nel mese di marzo 2017 in occasione di uno specifico keynote in cui dovrebbe presentare nuove device. In particolare, le voci dell’ultim’ora riferiscono dello sviluppo di una nuova generazione di iPad Pro, di una versione aggiornata di iPhone SE e di un inedito iPhone 7 con la scocca di colore rosso.

Le novità sul fronte software non si arrestano con l’iOS 10.3. I laboratori dell’azienda di Cupertino hanno infatti già messo a disposizione degli sviluppatori watchOS 3.2 per Apple Watch. E il tutto mentre la macchina del jailbreak continua a essere costantemente in moto. Non solo in riferimento al sistema operativo per iPhone e iPad, ma anche in relazione alle Apple TV con tvOS 10.1. Qui entra in gioco il tweet di poche ore fa di Jonathan Levin, CTO di Technologeeks: “Took buying another 10.1 TV to make up for one I foolishly botched, but the #TvOS #Jailbreak is finally done! Details, download coming soon“. In buona sostanza, è in dirittura d’arrivo lo sblocco di quei terminali equipaggiati con tvOS 10.1.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome