Come ogni mese, ecco che anche in questo marzo 2019 spuntano fuori i nuovi Games With Gold. Si tratta di quei titoli su cui i possessori di Xbox One e Xbox 360 possono mettere la mani gratuitamente. La sola condizione per potersi cimentare con uno di questi titoli è la preventiva sottoscrizione di un abbonamento a Xbox Live Gold. Come al solito, i giochi sono scaricabili dallo store delle console di salotto, solo dalla data di sblocco. Tutti i dettagli sono contenuti sul sito ufficiale della società di Redmond. Entrando nel dettaglio e ricordando come i possessori della Xbox One possono cimentarsi anche con i giochi della precedente generazione della console grazie al servizio di retrocompatibilità, i Games With Gold di marzo sono

  • Adventure Time: I Pirati dell’Enchiridion per Xbox One, dal primo a 31 marzo 2019
  • Plants vs. Zombies Garden Warfare 2 per Xbox One, dal 16 marzo al 15 aprile 2019
  • Metal Gear Rising: Revengeance per Xbox 360, Xbox One retrocompatibile, dal 16 al 31 marzo 2019
  • Star Wars: Republic Commando per Xbox Originals, dal primo al 15 marzo 2019

Come spiegato da Microsoft, come membro di Xbox Live Gold, l’utente ottiene l’esperienza multiplayer, giochi gratuiti e sconti esclusivi per i membri in Microsoft Store. Con Xbox Live Gold rimane connesso con amici, familiari e membri di Xbox Live in tutto il mondo. Per visualizzare tutte le offerte disponibili occorre comunque accedere con le proprie credenziali, ricordando che le offerte promozionali potrebbero non essere valide per tutti i membri. L’abbonamento continua ad essere addebitato mensilmente al prezzo standard corrente più le imposte applicabili, a meno che non venga annullato collegandosi alla pagina microsoft.com/accounts. Potrebbero essere necessari altri abbonamenti e requisiti per alcune funzionalità Xbox Live Gold.

Secondo una stima della Pwc, in Italia il fatturato del settore eSport è destinato a triplicare in pochi anni, passando dai 2,9 milioni di euro del 2017 a 10,1 milioni nel 2022, con una crescita media superiore al 20% all’anno, contro quella sotto il 10% di internet. Si tratta di un settore comunque di nicchia, ma in forte rialzo. Dell’universo videogiochi fanno ormai parte squadre, tornei, scommesse, tifosi, sponsor. Pwc prevede che anche la raccolta pubblicitaria crescerà, passando dai 2 milioni di euro del 2017 agli 8 milioni nel 2022. Fra gli attuali inserzionisti ci sono marchi del calibro di Amazon, Coca Cola, Sony, Red Bull. Il primo Rapporto sul settore eSport in Italia stima che ogni giorno in Italia 260.000 persone seguano un evento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome