Ci sono almeno quattro modi per vedere in diretta streaming Juventus Atalanta, in programma questa sera alle 20.45. Si tratta di soluzioni che vanno al di là della ben nota piattaforma Rojadirecta che trasmette il live streaming gratis in maniera illegale. Di queste quattro soluzioni per la diretta live da PC e Mac, iPhone e iPad, smartphone e tablet equipaggiati con Android o Windows 10 Mobile, due sono per abbonati e dunque legati alla sottoscrizione di un contratto con una della società proponenti e due sono liberi ovvero non occorrono abbonamenti e può essere acquistata e vista anche una singola partita, compresa Juventus Atalanta. Proprio l’aspetto economico è uno degli aspetti da prendere in considerazione.

E sotto questo punto di vista, il modo meno dispendioso per vedere Juventus Atalanta in diretta streaming è quello dell’app Serie A Tim: 1,99 euro. Ci sono però due aspetti da prendere in considerazione. Il primo è la richiesta del versamento di 9,99 euro, solo la prima volta, per accedere al servizio ed eventualmente sfruttarlo anche per altre occasioni. La secondo è la disponibilità del servizio solo per i clienti Tim. Il secondo modo per il live streaming del match dello Juventus Stadium (e non solo) è quello della piattaforma web Now TV. Di proprietà di Sky, permette la diretta live, senza abbonarsi a Sky, sia via web collegandosi al sito web dedicato e sia via app per smartphone e tablet iOS e Android.

Gli altri due modi per la diretta streaming presentato appunto il limite della necessità di legarsi alle società proponenti e si tratta di Premium Play di Mediaset e di Sky Go, naturalmente di Sky. Dal punto di vista sportivo, in palio con l’Atalanta c’è molto di più che i tre punti. E non solo perché batterla vorrebbe dire muovere la classifica contro la squadra rivelazione del momento. La Juventus vuole tornare a vincere per scrollarsi di dosso le critiche per la sconfitta contro il Genoa. «L’avversario conta relativamente: dobbiamo reagire subito per dare un segnale al campionato e dimostrare che il ko di Marassi ci ha fatto bene», suona la carica Daniele Rugani, che da precario di lusso è diventato titolare inamovibile per gli infortuni a raffica dell’ultimo periodo.

L’ex Empoli dovrebbe partire titolare, in coppia con Chiellini, in una inedita difesa a quattro con Lichtsteiner e Alex Sandro sulle fasce. Il centrale livornese è l’unico superstite della celebre BBC, la linea Maginot formata con Barzagli e Bonucci ora infortunati. «Per il tipo di gioco mi sento simile più a Barzagli – sottolinea Rugani – ma anche per il carattere, per come si comporta in campo e per come prepara le partite. A noi serve una reazione dal punto di vista dell’approccio, della mentalità». Dopo quaranta giorni di assenza, la Juventus potrebbe riabbracciare Paulo Dybala. L’attaccante ha svolto una parte degli allenamenti con i compagni: non abbastanza per poter pensare di vederlo già dal primo minuto contro i nerazzurri.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome