Alix Tichelman, la escort assassina
Alix Tichelman è accusata di aver ucciso il manager di Google Forrest Hayes

Alix Tichelman, escort d’alto bordo 26enne, è stata accusata di avere ucciso un manager di Google, Forrest Hayes, iniettandogli una dose mortale di eroina. La escort killer, ripresa dalle telecamere di sorveglianza, ha assistito con indifferenza all’agonia di Forrest Hayes che, così, non è più tornato a casa, lasciando i suoi cinque figli.

L’omicidio a sangue freddo

Dopo aver iniettato l‘eroina, la donna ha finito di bere il suo bicchiere di vino e poi, come se nulla fosse accaduto, ha raccolto droga e aghi, abbassato le veneziane ed è scesa dall’imbarcazione ormeggiata nella baia di Santa Cruz, in California. Alix non ha fornito il primo soccorso all’uomo e non ha chiamato il 911, mentre il 51enne era esanime a terra e mostrava segni evidenti dell’overdose in atto. L’assassina non ha mostrato alcun riguardo verso la vittima e ha cercato solamente di coprire le proprie tracce.

La dinamnica

Secondo le riscostruzioni, la dinamica sarebbe quella di un episodio di Law&Order. Lei, sexy e spietata, sarebbe rimasta in piedi, davanti al letto, mentre beveva il suo vino. L’uomo, intanto, moriva per effetto dell’eroina che lei, secondo la polizia, gli avrebbe portato uccidendolo.  I due, secondo le ricostruzioni, si sarebbero incontrati grazie a un sito specializzato di incontri tra uomini maturi e prostitute di alto bordo. Di bordo talmente alto, che lei avrebbe chiesto 1000 dollari per la prestazione che è costata la vita al dirigente di BigG.

Il processo

Le accuse formalizzate dai procuratori sono  omicidio di secondo grado, distruzione di prove e possesso e, soprattutto fornitura di stupefacenti. La libertà, per la escort, costerà molto cara: la cauzione, infatti, è stata fissata in 1,5 milioni di dollari.