Rilasciata la versione definitiva di Gerico 2017, il software utilizzato per l’elaborazione delle posizioni dei contribuenti sulla base dell’ultima revisione degli studi di settore. Più precisamente, quest’ultima release permette di calcolare la congruità, tenuto conto della normalità economica e della coerenza economica sulla base della crisi di questi ultimi anni, per gli studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2016. Ebbene, in quest’ultima release sono stati confermati con stime di congruità al ribasso per via della crisi economica. I contribuenti possono pensare a un eventuale adeguamento in dichiarazione dei redditi, tenendone conto nella chiusura dei rendiconti economici di questi giorni.

Rispetto al passato, caratterizzato da cronici e apparentemente insuperabili ritardi, questa volta il programma è stato messo a disposizione di Caf e commercialisti nei tempi previsti. Di conseguenza calano le possibilità di riproposizione del tormentone della proroga. Il percorso da seguire per effettuare il download dell’applicazione, a partire dalla homepage del sito dell’Agenzia di via Cristoforo Colombo, è Cosa devi fare -> Dichiarare -> Studi di settore e parametri -> Studi di settore -> Software -> Gerico 2017. Nel caso di problemi di installazione è stato messo a disposizione un servizio di assistenza telefonica (800.279.107), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 14.

Dal punto di vista tecnico, come comunica l’Agenzia delle Entrate, per il corretto funzionamento di Gerico 2017 è indispensabile disporre di almeno 25 MB di spazio sull’hard disk, essere equipaggiati dell’ambiente di run-time Java (versione 1.7), avere installato un lettore di file in formato PDF, come Acrobat Reader. E ancora, ai contribuenti che utilizzano la funzione “Acquisizione Archivi Esterni” viene suggerito di verificare con attenzione l’esito dell’elaborazione. L’informazione è riportata sulla finestra visualizzata a seguito dell’attivazione in corrispondenza della voce “Visualizzazione file esito.txt”.

A ogni modo, le Entrate fanno notare che l’applicazione Gerico 2017 permette l’importazione della banca dati prodotta dal precedente Gerico 2015 relativa al periodo d’imposta precedente. Questa funzione non è disponibile per gli studi di settore per il periodo d’imposta 2016. Per conoscere le funzioni di stima dei ricavi e dei compensi, dell’analisi discriminante, degli indicatori di coerenza economica e di quelli di normalità economica, il consiglio è di consultare le note tecniche e metodologiche di approvazione o di modifica degli studi, approvate con decreto ministeriale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome