Dalla fine del 1800 Hasselblad ha stretto un accordo pulidecennale con il fondatore della Kodak.

Da sempre la marca Hasselblad è sinonimo di qualità. La sua storia così antica non ha mancato di toccare alcune delle più significative tappe a cui sia arrivata l’umanità, come lo sbarco sulla Luna.

Più di 150 anni di storia della fotografia

È il 1841 nella città di Goteborg, in Svezia, quando il signor Hasselblad fonda la sua azienda commerciale. La piccola impresa man mano che passano gli anni sfrutta la posizione di centralità che il porto gli offre e ben presto diventa uno dei principali fornitori di materiale per la fotografia.

Da fornitori a fotografi

Da fornitori di materiale per la fotografia a fotografi veri e propri il passo è breve, anche se all’epoca neanche Arvid Viktor Hasselblad, figlio del fondatore, ci credeva davvero. Il successo, però, arrivò molto presto in casa Hasselblad, di pari passo con lo sviluppo in termini di redditività del settore fotografico.

Gli anni passano e la tecnologia si migliora

Con il passare degli anni e con lo sviluppo tecnologico in ambito fotografico la famiglia Hasselblad incontra uomini importanti, come George Eastman, fondatore della Kodak, con cui instaura una partnership durata decenni. Intanto anche le generazioni Hasselblad crescevano respirando e vivendo fotografia, come Victor Hasselblad, grande appassionato di uccelli.

“One Small Leap”

Man mano che le fotocamere Hasselblad davano prova di grande qualità, conquistavano il mercato di tutto il mondo. L’apice del successo arriva, però, negli anni ’60, quando cioè le fotocamere svedesi raggiungono lo spazio, prima nel 1962 e poi nel 1969, anno dello storico sbarco del primo uomo sulla Luna. Infatti, i primi scatti dell’uomo sulla Luna e le prime fotografie che immortalano la Terra dallo spazio sono state fatte da una Hasselblad.

Adesso la qualità Hasselblad continua a migliorare. Proprio per il Photokina 2014 di Colonia l’azienda svedese ha presentato un nuovo modello.