Se il PC comincia a fare fatica anche davanti ai compiti più semplici come aprire un’app o salvare un documento, il primo elemento da controllare è il disco fisso. Soprattutto se siamo soliti installare e disinstallare molti programmi, c’è il rischio che i file su disco finiscano per occupare spazio in modo disordinato, costringendo il computer a fare molta più fatica anche per le operazioni banali, come avviare i software o aprire un file più ingombrante del solito. Il nuovo sistema operativo di casa Redmond, Microsoft Windows 10 (e successivi update) integra un ottimo strumento per risolvere questo tipo di problema: l’app per deframmentare e ottimizzare le unità disco.

Aprendola possiamo eseguire una veloce analisi alla ricerca dei problemi e ottenere un responso immediato sulla necessità di deframmentare il disco oppure di ottimizzarlo. Se il livello di frammentazione è elevato l’operazione può essere piuttosto lunga, ma è comunque possibile renderla completamente automatica programmandola a orari regolari. E allora, come fare per deframmentare il disco fisso con Windows 10. Per avviare l’app Deframmenta e ottimizza unità, apriamo il menu di ricerca e cominciamo a scrivere Deframmenta. In alternativa, come capita tutte le volte che abbiamo a che fare con il nuovo sistema operativo di Microsoft, è possibile chiedere all’assistente personale Cortana.

Nella finestra dell’app, vedremo elencati al centro tutti i volumi connessi al computer e la percentuale di frammentazione. Se è il caso, selezioniamo C: e facciamo clic su Analizza. Facciamo la stessa cosa con Ottimizza. Al termine, nella sezione Ottimizzazione pianificata, facciamo clic su Modifica impostazioni per rendere l’operazione automatica. Spuntiamo Esegui in base a una pianificazione e scegliamo la frequenza: quotidiana, settimanale o mensile. Con un clic su Scegli potremo anche stabilire quale disco ottimizzare.

E come fare per liberare spazio su disco con Windows 10

Se si presenta la necessità di liberare spazio su disco con Windows 10 anche per migliorare le prestazioni del PC, le possibilità non mancano. Windows 10 possiede un efficace sistema di gestione dei documenti archiviati nel disco fisso, che ci consentirà di liberare una buona quantità di spazio eliminando tutto ciò che è inutile. Se pensiamo che il guadagno in termini di spazio sarà trascurabile dovremo presto ricrederci, perché i soli file temporanei possono arrivare a una impensabile quantità di GB. L’operazione è semplice e richiede solo pochi minuti. Per farlo, in prima battuta, apriamo il menu delle Impostazioni premendo i tasti Windows+I. Entriamo nella sezione Sistema e, nella colonna a sinistra, selezioniamo Archiviazione e poi Questo PC.

Windows comincia ad analizzare il contenuto del PC e al termine ci consegnerà i risultati divisi per categorie, ognuna delle quali mostra la quantità di spazio occupata. Attendiamo poi qualche minuto per la conclusione delle operazioni. Facendo clic su una categoria, vedremo chiaramente il suo ingombro e quali sono i file che ne fanno parte. Con un clic possiamo aprire le singole cartelle, che potremo esaminare. In alcuni casi, come per la sezione File Temporanei, abbiamo la possibilità di eliminare tutto con un paio di clic.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome