La gamma Reno di Oppo si pone a metà strada tra la gamma Find X orientata all’innovazione e all’alta gamma, e la gamma A che cerca di accontentare tutti. Oppo Reno 6 propone una ricarica ultraveloce da 65 W, un display OLED da 90 Hz e la compatibilità 5G.

Oppo Reno 6, cosa c’è da sapere

L’Oppo Reno 6 è uno smartphone leggero (182 grammi) e piacevole da maneggiare. Piuttosto sottile, con i suoi 7,59 mm di spessore, si infila facilmente in una tasca ben riempita e ha un buon equilibrio. D’altra parte, è molto difficile non usarlo con due mani di tali dimensioni. Oppo Reno 6 offre un design abbastanza classico nell’universo Android, ulteriormente protetto da un Corning Gorilla Glass 5.

Lo smartphone è dotato di uno schermo piatto con bordi sottili, dalla parte inferiore ai lati e dalla parte superiore del dispositivo. Nel bordo superiore si vede un altoparlante, ma serve solo per le chiamate. L’Oppo Reno 6 utilizza solo l’altoparlante del bordo inferiore per giochi, musica o video, quindi lo stereo non viene sfruttato. Le sezioni ospitano tre pulsanti: volume a sinistra e accensione a destra. Il bordo inferiore lascia intravedere il cassetto SIM (compatibile dual SIM), una porta USB-C e una griglia per il secondo speaker.

Ci troviamo di fronte a un display FHD+ OLED da 6,4 pollici piuttosto piacevole da utilizzare quotidianamente. È lungi dall’essere il più reattivo nella sua fascia di prezzo, poiché mostra una frequenza di aggiornamento di 90 Hz e una frequenza di campionamento di 180 Hz.

L’Oppo Reno 6 viene fornito con ColorOS 11, un’interfaccia progettata per fondersi con l’ OxygenOS di OnePlus nel corso del 2022. Nel complesso, è un’interfaccia che cerca e spesso riesce a offrire una bella fluidità nelle animazioni, nonostante qualche intoppo a volte. Dove la personalizzazione è davvero portata ai suoi limiti è nell’uso del telefono. Il menu denominato Comfort Tools consente di personalizzare gesti e scorciatoie, fino a raggiungere l’esperienza desiderata.

ColorOS si distingue anche per la sua semplicità. Raramente ci perdiamo, troviamo tutto ciò che vogliamo abbastanza rapidamente, purché non sia troppo complicato da trovare. Anche se a volte significa essere troppo semplice nel suo approccio. Il menu della batteria, ad esempio, non fornisce informazioni sufficienti. Ma nel complesso, ColorOS sfrutta la sua semplicità più di ogni altra cosa. L’Oppo Reno 6 è uno dei pochi smartphone a incorporare il SoC Dimensity 900 di MediaTek.

Quest’ultimo è aiutato da 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione non espandibile. Il blocco fotografico vede i tre moduli fotografici impilati su un piccolo rettangolo di vetro. È ragionevole in termini di spessore e si dimentica facilmente durante l’uso. Per la parte fotografica, l’Oppo Reno 6 è dotato di tre sensori:

  • un 64 megapixel dedicato agli scatti grandangolari (f/1.7)
  • un 8 megapixel che si occupa dell’ultra grandangolare (f/2.2)
  • un 2 megapixel per la macro (f/2.4)

L’Oppo Reno 6 si ricarica molto velocemente. Non c’è da stupirsi considerando il suo carico di 65 W, abbinato a una batteria di dimensioni medie di 4.300 mAh. L’Oppo Reno 6 offre un’autonomia leggermente superiore alla media.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome