Sono soli pochi giorni che iPhone X è sul mercato e sono trascorsi meno di due mesi dalla messa a scaffale di iPhone 8 e iPhone 8 Plus. Eppure è già corsa alla prime anticipazioni sulla prossima versione del melafonini, qualunque sia la denominazione scelta tra iPhone 9 o iPhone X Plus. E anche dall’altra parte della barricata si registra fibrillazione con il mondo Android in attesa di scopre le novità del Samsung Galaxy S9. Rispetto al cronoprogramma dello scorso anno, il produttore orientale potrebbe decidere di anticipare i tempi della presentazione del suo cellulare top di gamma, scegliendo il palco del Mobile World Congress di Barcellona, tra il 26 febbraio e il primo marzo 2018, per rivelare tutti i dettagli.

iPhone: arriva un modello dual-SIM?

A lanciare l’ipotesi dello sviluppo di una versione dual SIM di iPhone è l’analista Ming-Chi Kuo della KGI. Non è chiaro se il modello coinvolto sia il prossimo top di gamma iPhone 9 o una variante di iPhone 8 o iPhone X. Ma secondo l’esperto, l’azienda di Cupertino ha già piazzato due punti fermi: sarà a scaffale nel 2018 e supporterà DSDS (dual-SIM dual standby) LTE + LTE. Si tratta di indiscrezione che fanno il paio con quelle dei giorni scorsi, sempre a firma Ming-Chi Kuo. A suo dire, il 2018 sarà l’anno di tre nuovi iPhone: una prima versione con schermo Oled da 6,5 pollici, una seconda con display LCD da 6,1 pollici e una terza (Oled) da 5,8 pollici.

Samsung Galaxy S9: tre versioni

Da due a tre varianti: la prossima incarnazione di Samsung Galaxy S9 potrebbe essere affiancata dalle varianti Plus e Mini. In questo secondo caso si tratterebbe di un ritorno, considerando che è dai tempi del Samsung Galaxy S5 che non vede la luce una versione più piccola della release tradizionale. Dal punto di vista tecnico, si racconta della presenza di un display da 5 pollici senza cornici, con tanto di sistema di riconoscimento facciale e di lettore per il riconoscimento delle impronte digitali piazzato sotto lo schermo. Da parte loro, il Samsung Galaxy S9 esibirebbe un Infinity Display da 5,8 pollici con risoluzione QHD+, il Samsung Galaxy S9 Plus un Infinity Display da 6,2 pollici, sempre con risoluzione QHD+.

Studenti sfruttati per produrre iPhone X?

Studenti del liceo al lavoro fino a 11 ore al giorno per produrre iPhone X. Foxconn, il maggiore fornitore di Apple, torna nel mirino con la denuncia al Financial Times di liceali cinesi costretti a lavorare per tre mesi, quale esperienza lavorativa obbligatoria per il diploma. Secondo indiscrezioni, l’utilizzo degli studenti serve a rimediare ai ritardi nella produzione. Da sempre la sede orientale è nel mirino dei media per le condizioni di lavoro a cui sarebbero sottoposti gli operai, per nulla paragonabili a quelle applicata nei Paesi occidentale. Di conseguenza le accuse rimbalzano negli Stati Uniti e tirano direttamente in ballo la stessa società di Cupertino.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome