La novità tutta nazionale è la scelta del palcoscenico di Roma per presentare i nuovi device della quarta generazione della gamma ZenFone. Ma poi sono anche altri i motivi per cui rimanere sorpresi dalla maxi presentazione di Asus: il lancio sul mercato di sei varianti ovvero Asus ZenFone 4 e Asus ZenFone 4 Pro, Asus ZenFone 4 Selfie e Asus ZenFone 4 Selfie Pro, Asus ZenFone 4 Max e Asus ZenFone 4 Max Pro. Il punto di forza con cui cerca di smarcarsi da una concorrenza Android sempre più agguerrita (Huawei P10 e Samsung Galaxy S8 su tutti) e da un iPhone 8 (e iPhone X) che cattura le attenzioni mediatiche? Il comparto fotografico, a iniziare da quello esibito dalla variante Pro, equipaggiato con 3 sensori di immagine Sony con zoom ottico 2X e totale fino a 10X, oltre a sensibilità alla luce otto volte superiore agli standard del settore.

Asus ZenFone 4 e Asus ZenFone 4 Pro

Il modello Asus ZenFone 4 mostra uno schermo full HD da 5,5 pollici ed è spunto dal processore Qualcomm Snapdragon 630 con 4 GB e 64 GB di storage espandibile via microSD. Le fotocamera sono due: una dual camera con sensore principale Sony IMX362 da 12 megapixel con apertura f/1.8 e stabilizzatore ottico e PDAF e un secondo sensore da 8 megapixel con grandangolo a 120 gradi da una parte, una videocamera da 8 megapixel con apertura f/2.0 dall’altra. La batteria è da 3.300 mAh. Cosa cambia con il passaggio ad Asus ZenFone 4 Pro? Il più prestante chip Qualcomm Snapdragon 835 con 6 GB, una dual camera (12 + 16 megapixel) più performante e una batteria più capiente da 3.600 mAh. E naturalmente i prezzi: rispettivamente 499 e 899 per i modelli base.

Asus ZenFone 4 Selfie e Asus ZenFone 4 Selfie Pro

Come le stesse denominazione lasciano immaginare, si tratta di una coppia di smartphone pensata per selfie e wefie (autoscatti con più persone). Ecco allora un sistema a doppia fotocamera frontale di elevata qualità e un potente software per l’elaborazione degli scatti catturati. In aggiunta fa la sua comparsa un’app dedicata, SelfieMaster, con cui applicare in tempo reale e con pochi e intuitivi tap, i ritocchi necessari. Entrambi sono dotati di display da 5,5 pollici, ma a bordo salgono processori differenti: Qualcomm Snapdragon 430 con GPU Adreno 505 da una parte, Qualcomm Snapdragon 625 con GPU Adreno 506 dall’altra, sempre con 4 GB di RAM. I costi di base sono di 299 e 399 euro.

Asus ZenFone 4 Max e Asus ZenFone 4 Max Pro

A chiudere il cerchio ci sono le varianti Max. Il modello “liscio” porta con sé due varianti ulteriori: ZC520KL e ZC554KL. Il primo esibisce un display da 5,2 pollici e adotta una batteria da 4.100 mAh con ricarica ultra rapida. Nel secondo le dimensioni dello schermo salgono a 5,5 pollici e la batteria a 5.000 mAh che, stando a quanto sostenuto dal produttore taiwanese, assicura l’uso del terminale fino a 46 giorni di standby in modalità 4G. L’impegno di spesa è rispettivamente di 229 e 279 euro. Tutti i device sono equipaggiati con Android 7 Nougat con interfaccia ZenUI 4.0 e sono aggiornabili al nuovo sistema operativo Android 8 Oreo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome