Secondo McKinsey, nel 2025 il mercato dell’Internet delle cose varrà circa 6.200 miliardi di dollari, grazie a un numero di dispositivi connessi che entro il 2020 dovrebbe salire a quota 20-30 miliardi. È questo il core business di Telit Communications, azienda triestino-londinese leader nella comunicazione machine-to-machine presieduta da Chicco Testa. Il core business dell’azienda triestina è naturalmente vicino all’utilizzo delle tecnologie di Information Technology in chiave di automatizzazione e interconnessione dei processi. Con una quota di mercato del 32% (i rivali sono gruppi come Wireless e Gemalto), il gruppo negli ultimi anni ha ampliato i propri sforzi nella gestione della connettività attraverso il cloud su Internet.

Automotive, domotica, controlli a distanza: l’Internet delle cose

Telit è cresciuta molto in Europa, Usa, Israele, Corea. Partita anni fa come sviluppatore puro e fabbricanti di moduli oggi ambisce a un posto fra i leader del settore. L’azienda punta su una nuova strategia industriale concentrata sulle applicazioni tecnologiche basate su moduli grandi come un francobollo che possono mettere in rete numerosi servizi connessi in settori come l’automotive, la trasmissione dati, la domotica, gli impianti di sicurezza, la telemedicina, i sistemi di controllo a distanza. Decisiva quattro anni fa l’acquisizione del ramo d’azienda Atop di Nxp Semiconductors che ha segnato una decisa espansione nel settore dei semiconduttori.

L’azienda ha una presenza importante in Europa dalla quale proviene il 40% dei nostri ricavi dopo gli Stati Uniti (46%). L’Asia attualmente rappresenta il 14%. Telit, fornitore globale di soluzioni IoT, ha recentemente annunciato che i clienti Siemens potranno iniziare a utilizzare la sua piattaforma Iot device Wise per integrare un’ampia gamma di beni industriali IoT utilizzando Mind-Sphere, il sistema operativo IoT aperto basato su cloud di Siemens. Telit metterà a disposizione dei propri clienti personale tecnico formato e certificato da Siemens.

L’accordo prevede anche operazioni di go-to-market congiunto e per assistere i clienti nel raggiungimento di un valore di business sostanziale attraverso la tecnologia Iot in generale e MindSphere in particolare. Le soluzioni Telit e Siemens «consentiranno alle fabbriche e ad altre strutture industriali di massimizzare la loro produttività ed efficienza, collegando rapidamente le risorse alle loro applicazioni Iot senza dover sviluppare un codice ad hoc».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome