L’App Store ha mosso 519 miliardi di dollari in pagamenti e vendite a livello mondiale. Lo ha rivelato Apple facendo riferimento a uno studio condotto dagli economisti indipendenti di Analysis Group. Le categorie più redditizie sono state le app per il mobile commerce (m-commerce), le app per beni e servizi digitali, e la pubblicità in-app. I risultati rappresentano la portata dell’app economy.

Lo studio rivela che i pagamenti diretti da Apple agli sviluppatori rappresentano solo una piccola parte del totale quando si considerano le vendite generate da altre fonti, come i beni e i servizi fisici. Poiché Apple trattiene una commissione sulle transazioni associate a beni e servizi digitali, oltre l’85% dei 519 miliardi di dollari totali viene incassato da sviluppatori di terze parti e da aziende grandi e piccole.

Le app più redditizie per iPhone e iPad

Del totale di 519 miliardi di dollari mossi dall’ecosistema dell’App Store nel 2019, lo studio ha rilevato che le vendite di beni e servizi fisici hanno rappresentato la quota maggiore, pari a 413 miliardi. All’interno di questa categoria, le app di m-commerce hanno generato la maggior parte delle vendite, con al primo posto le app di vendita al dettaglio a quota 268 miliardi di dollari.

Queste ultime includono le app che offrono una versione digitale di negozi fisici, come H&M e Zara, nonché marketplace virtuali che vendono beni fisici come Yoox. Tra le maggiori fonti di vendite di beni e servizi fisici rientrano altri tipi di app di m-commerce. Le app di viaggio, incluse booking.com e Airbnb, hanno registrato transazioni per 57 miliardi di dollari.

Le app di corse a pagamento in auto come Uber e FREE NOW hanno generato vendite per 40 miliardi di dollari e quelle di food delivery come Deliveroo e UberEats hanno totalizzato 31 miliari di dollari. Le vendite e i pagamenti associati a beni e servizi digitali hanno generato 61 miliardi di dollari. Questa categoria include le app per lo streaming di musica e video, fitness e istruzione, ebook e audiolibri, quotidiani e riviste, e servizi di incontri.

I giochi, la tipologia di app più scaricata nel 2019, sono stati la principale fonte di pagamenti e vendite in questa categoria. I titoli degni di nota del 2019 includono Mario Kart Tour, che è stato il più scaricato nel 2019, e Sky: Children of the Light dell’indipendente thatgamecompany, che è stato nominato Gioco dell’anno 2019 per iPhone da Apple.

Le vendite derivanti dalla pubblicità in-app ammontano a 45 miliardi di dollari e il 44% deriva dai giochi. Le app diverse dai giochi che generano cospicue vendite da pubblicità in-app sono spesso gratuite, come Twitter e Pinterest, ma includono anche app che offrono accesso ai contenuti tramite acquisti in-app, come The New York Times e Dazn. Lo studio ha analizzato i dati del 2019 per fornire un quadro accurato dell’intero ecosistema dell’App Store, tenendo conto di tutte le fonti di transazioni commerciali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome