Apple iPhone 7

Sono passate solo poche settimane dalla presentazione e dall’uscita di iPhone 6S e 6S Plus e tutti sono già concentrati sul futuro in casa Apple. Futuro, che secondo numerosi rumors, si chiama iPhone 7 e nuovo iPhone 5S. Le indiscrezioni sembrano molto affidabili e giungono da esperti e analisti che già in passato hanno anticipato importanti scelte strategiche di Cupertino. Uno di questi è Kuo Ming-Chi della KGI Securities, le cui dichiarazioni giungono direttamente dalle catene di fornitori del produttore.

Arrivano l’iPhone 7 e l’iPhone 5S con corpo in metallo

IPHONE 7 – Non solo iPhone 7 nei programmi dell’azienda californiana, ma anche un remake dell’iPhone 5S. Per quanto riguarda il primo, in uscita presumibilmente nell’autunno del 2016, già si vocifera di un design completamente rivisto: uno spessore ridotto rispetto agli attuali modelli e un nuovo display che si estende su tutta la superficie dello smartphone con l’eliminazione del tasto Home. Dal lato hardware, come nuovo processore l’iPhone 7 dovrebbe montare un più potente e versatile chip A10, mentre si vocifera di due versioni di RAM: 2 GB sul modello più piccolo, 3 GB invece sulla versione Plus.

Sicuramente confermata la funzione 3D Touch, vera innovazione dei modelli presentati in questo 2015, anche se gli sviluppatori Apple sono al lavoro per fare in modo che i componenti di questa tecnologia garantiscano il minor ingombro possibile.

IPHONE 5S – Ad alimentare la curiosità sulle strategie di Apple per il prossimo anno ci sono le indiscrezioni che riguardano un altro modello di iPhone con dimensioni più contenute. Lo stesso analista Kuo, sempre molto ben informato dei fatti, ha parlato di un remake dell’iPhone 5S, con display da 4 pollici, materiale pregiato in metallo e un potente chip A9 come quello in dotazione sull’iPhone 6S. La data di uscita prevista è anticipata rispetto a quella dell’iPhone 7, che molto probabilmente vedrà la luce nel settembre 2016. Per il nuovo iPhone 5s si parla di aprile 2016 e di un numero di esemplari prodotti fra 20 e 30 milioni.

Articoli correlati:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome