Android Oreo è ufficiale. Il nuovo aggiornamento di sistema operativo di Google è stato ufficialmente presentato dopo un primo assaggio offerte nei mesi scorsi e concretizzatosi con le varie versioni di prova. Conosciuto come Android 8.0, raggiungerà decine di cellulari e tablet compatibili tra Samsung Galaxy, Sony Xperia, Huawei e Honor, HTC, LG, Asus. Puntuale come tutti gli anno ovvero tutte le volte che la società di Mountain View mette a disposizione una major release, si presenta il problema della frammentazione di Android. Significa semplicemente che non tutti i cellulari saranno aggiornati ad Android Oreo. Basti pensare che numerosi smartphone ancora molti apprezzati sono ancorati ad Android M, rilasciato due anni, senza alcuna prospettiva di ugrade.

Frammentazione Android, qualche dato

Stando ai dati disponibili in questo mese, Android Nougat 7.0 gira sul 12,3 per cento dispositivi, mentre Android Nougat 7.1 è sul 1,2 per cento. Android Marshmallow è il sistema operativo di riferimento sul 32,3 per cento dei terminali attivi, mentre Android Lollipop versione 5.1 è raggiunge il 21,8 per cento dispositivi. La precedente versione 5.0 trova spazio sul 7,4 per cento dei dispositivi. Di fatto Android Lollipop e Android Marshmallow continuano a dominare il mercato. Cosa succederà adesso con il nuovo software? Quali saranno i cellulari e i tablet compatibili con Android Oreo?

Android Oreo compatibilità

I primi device su cui non ci sono dubbi sono Google Pixel, Pixel XL, Nexus 5X, Nexus 6P, Nexus Player e Pixel C. Tutti loro erano già idonei per il programma beta Android O. Significa che gli utenti che avevano già installato la versione di prova saranno i primi a essere coinvolti nel rollout, senza considerare che il file immagine può già essere scaricato manualmente e installato sul dispositivo.

  • HMD Global e Nokia. Nell’elenco aggiornato delle compatibilità ad Android Oreo diffuso da Google c’è anche HMD Global, la società che sta fabbricando e vendendo smartphone con marchio Nokia. Ebbene, uno dei primi cellulari a ottenere Android O è Nokia 8, poi sarà il turno di Nokia 6, Nokia 5 e Nokia 3.
  • Essential PH-1. Andy Rubin, co-fondatore di Android, ha ora una nuova società denominata Essential che ha appena annunciato lo smartphone PH-1 di Essential al prezzo di 699 dollari. Google conferma come Essential sia una una delle aziende che sta lavorando allo sviluppo di Android O. In termini di specifiche, il PH-1 dispone di un display QHD edge-to-edge da 5,7 pollici, una doppia fotocamera da 13 megapixel, un processore Qualcomm Snapdragon 835, una fotocamera frontale da 8 megapixel, una RAM da 4 GB e una capacità di archiviazione pari a 128 GB.
  • OnePlus. Confermato ufficialmente l’aggiornamento Android Oreo per OnePlus 3, OnePlus 3T e il nuovo OnePlus 5.
  • Samsung, HTC, Kyocera, Sharp e Sony. Sono tutti produttori di smartphone e tablet finiti nell’elenco. Google dice che questi OEM lanceranno o aggiorneranno i dispositivi per Android 8.0 Oreo. A oggi non ci sono certezze, ma è lecito credere che dalle parti di Samsung il via libera arriverà certamente per Galaxy S8, Galaxy S8+ e la gamma S7 così come l’imminente Galaxy Note 8 e il tablet più recente Samsung Galaxy Tab S3. HTC dovrebbe anche aprire le porte per il suo smartphone di punta HTC U11, oltre che per HTC 10, HTC U Ultra, HTC U Play, e Sony per lo smartphone Xperia XZ Premium, a cui aggiungere Sony Xperia XZs, Sony Xperia XA1, Sony Xperia XA1 Ultra.
  • Huawei, Honor, LG, Motorola. Dalle parti di Huawei il via libera è atteso per Huawei P10, Huawei P10 Plus, Huawei P10 Lite, Honor 8 Pro, Honor 9, Honor 9 Premium, Huawei P8 Lite 2017. Tanti dubbi per LG, ma stando a quanto si apprende non dovrebbero esserci problemi per LG G6, LG V20, LG Q6, LG Q8, LG G5. Infine, Motorola è atteso ai nastri di partenza con Motorola Moto Z2 Play, Motorola Moto Z2 Force, Moto G5, Moto G5 Plus, Moto G5S, Moto G5S Plus.
  • Asus e Xiaomi. Il produttore orientale ha già confermato che accenderà il semaforo verde per Asus ZenFone 3, Asus ZenFone 3 Deluxe, Asus ZenFone 3 Max, Asus ZenFone 3 Laser, Asus ZenFone 3 Ultra, Asus ZenFone 3 Zoom, Asus Zenfone 3S Max, Asus ZenFone 4, Asus ZenFone 4 Pro, Asus ZenFone 4 Max, Asus ZenFone 4 Max Pro, Asus ZenFone 4 Selfie, Asus ZenFone 4 Selfie Pro. Infine, nessuna comunicazione ufficiale da Xiaomi, ma Android 8 Oreo dovrebbe approdare su Xiaomi Mi 5s, Xiaomi Mi 5s Plus, Xiaomi Mi 5c, Xiaomi Mi 5X, Xiaomi Mi MIX, Xiaomi Mi Note 2, Xiaomi Mi Max 2, Xiaomi Redmi Note 4, Xiaomi Redmi 4X, Xiaomi Redmi Note 5A.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome