Sono iniziate le manovre che porteranno sugli scaffali dei negozi videoludici i due più importanti titoli di simulazione calcistica: FIFA 18 di Electronic Arts da una parte e PES 2018 di Konami dall’altra. Se l’appuntamento con la versione definitiva è in programma come al solito in autunno, le prime release dimostrative accompagnate da notizie ufficiali su novità e caratteristiche tecniche sono attese già tra un mese. L’appuntamento da segnare in agenda è l’E3 2017 di Los Angeles, in programma dal 13 al 16 giugno, la più popolare delle manifestazioni pubbliche organizzate ogni anno e dedicate esclusivamente al mondo dei games.

Entrambi i giochi di calcio saranno di certo sviluppati sia per console da salotto (Xbox One e PlayStation 4) e sia per PC. Sono ancora piuttosto scarse le informazioni sulla strada seguita da Electronic Arts sul nuovo FIFA ovvero sugli modifiche che vorrà introdurre. Anche la questione copertina dovrà essere affrontata e risolta considerando che difficilmente ci sarà una riproposizione di Leo Messi. Spazio invece a una versione aggiornata della modalità The Journey (Il Viaggio), come annunciato dal ceo di Electronic Arts, Andrew Wilson: “FIFA 18 sarà costruito sulle fondamenta che abbiamo creato con la modalità storia di quest’anno. Nella nuova versione saranno introdotti altri personaggi e altre storie”.

All’opposto è già più chiara la situazione per l’edizione 2018 di Pro Evolution Soccer. C’è già chi prevede un aumento del numero di licenze dei campionati riproducibili e non dovrebbero esserci dubbi sul rinnovo di quelle di Champions League ed Europa League. Il cuore del nuovo PES continuerà a essere rappresentato dal motore Fox Engine di Konami, intenzionato a segnare nuovi standard di riferimento nel settore e a offrire innovazioni al gameplay. L’elemento centrale di Pro Evolution Soccer 2018, stando a quanto anticipato dagli sviluppatori della software house giapponese sarà ancora il divertimento nella sfida uno contro uno. A loro dire le innovazioni incluse all’interno di PES 2017 rendono l’esperienza di gioco “più avvincente e realistica”. 

La principale è il Real Touch che riproduce i diversi stili nel controllo e nel passaggio della palla. Ogni giocatore possiede una diversa tecnica e un diverso approccio nel controllo della sfera e il Real Touch riproduce i dettagli con l’utilizzo di una fisica del pallone. Questo nuova caratteristica viene affiancata dal sistema Precise Pass che determina l’accuratezza di ogni passaggio sulla base delle differenti abilità che caratterizzano ogni atleta digitale. Ma questi sono anche i giorni di attesa di PES mobile ovvero dello sbarco di PES 2017 sull’App Store così da essere giocabile anche su iPhone e iPad e smartphone e tablet Android.

Già avvistato su alcuni market digitali oltreoceano, il software è atteso già entro la fine di questo mese di maggio 2017. L’intenzione di Konami è di proporre una esperienza di gioco che sia il più completa possibile e includa anche allenamenti e partite online.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome