Cresce l’attesa per la presentazione dei nuovi iPhone prevista per oggi. Il colosso tecnologico ha inviato un invito alla stampa dal titolo Gather round. Nel consueto appuntamento annuale, allo Steve Jobs Theater di Cupertino, il gruppo dovrebbe lanciare tre nuovi modelli di Phone X: un aggiornamento di quello del 2017 lanciato nel decimo anniversario dal lancio, con schermo Oled da 5,8 pollici, una versione più grande da 6,5 pollici e una versione più economica con schermo Lcd da 6,1 pollici. Le indiscrezioni più attendibili in vista dell’appuntamento con Apple, ipotizzano che alcuni dispositivi siano dual Sim.

Arriva iPhone dual Sim?

È qualcosa più di una voce: riferimenti alla doppia scheda sono stati rintracciati nella versione beta di iOS 12, il sistema operativo della mela morsicata che arriverà nella prossima settimana. Ma perché la società guidata da Tim Cook dovrebbe puntare su questa opzione? La risposta è una: la Cina. Gli iPhone 2018 saranno molto probabilmente tre. Tutti dovrebbero avere design ispirato a iPhone X. Uno sarà standard, con display Oled da 5,8 pollici. Uno sarà extra-large, nel prezzo e nelle dimensioni, con Oled da 6,5 pollici. Il terzo, come riportato da diversi analisti, dovrebbe avere uno schermo Lcd da 6,1 pollici e un costo inferiore. Non è ancora chiaro su quale sarà montata la doppia SIM.

Sembra infatti improbabile che arriverà su tutti e su tutti i mercati. Più probabilmente, sarà a disposizione solo in alcuni Paesi. Quali? Difficile ci sia negli Stati Uniti. Improbabile anche nell’Unione europea: l’addio ai costi di roaming ha di fatto cancellato una delle motivazioni che spingevano gli utenti a dotarsi di diverse schede. Resta la possibilità di utilizzare il dual Sim per sfruttare piani tariffari diversi. Ma sembra un’abitudine al tramonto. Oltre al roaming e ai piani tariffari, ci sarebbe una terza motivazione: la copertura. Adottare operatori diversi, scegliendone uno a seconda delle zone in cui ci si trova, è utile in alcune regioni dove infrastrutture e connettività sono ancora in via di sviluppo.

È il caso dell’India e di alcuni Stati africani. L’iPhone ha però un costo eccessivo per questi Paesi. E si rivolge a mercati più maturi. Sarebbe poco produttivo creare una soluzione ad hoc solo per India e Africa. Rimane un solo indiziato: la Cina dove gli utenti richiedono l’opzione dual Sim per i dispositivi di fascia alta. Cupertino potrebbe riservare la doppia scheda al gigante asiatico. Ci sarebbe anche da capire quale dei tre iPhone adotterebbe questa soluzione. Se fosse indirizzato alla Cina, la logica suggerirebbe il dispositivo più economico. Secondo Bloomberg, però, il dual Sim sarà anche il modello più costoso.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome