Si arricchisce l’assistente digitale Alexa di Amazon con la possibilità di accedere ai dati audio e video di alcuni dei principali operatori italiani come Rai, Tgcom24, Radio 24, Ansa, Rds, Rtl. Gli utenti possono consultare non solo brevi aggiornamenti sulle notizie ma resoconti più dettagliati. Ai nuovi basterà chiedere “Alexa, dimmi le notizie di oggi” per ottenere gli approfondimenti.

A chi ha già impostato le fonti di notizie nel Sommario Quotidiano, è sufficiente aggiornare l’elenco dall’app Alexa, selezionando fornitori di notizie di approfondimento. Infine, a chi chiede di riprodurre le notizie per la prima volta, Alexa propone una lista di possibili fonti e chiede quali impostare come preferiti.

Non solo Alexa tra gli assistenti digitali

Google Home è il marchio che inizialmente denominava solo gli altoparlanti intelligenti sviluppati da Google, che in seguito si è via via evoluto fino a diventare una vera e propria applicazione di intelligenza artificiale con molteplici funzioni incentrate sul concetto di maggiordomo digitale. Il primo dispositivo è stato annunciato a maggio 2016 ed è stato messo sul mercato negli Stati Uniti a novembre 2016, con vendite successive a livello mondiale per tutto il 2017. In Italia è arrivato nel marzo 2018 e a esso hanno fatto seguito diverse versioni sempre più sofisticate.

Google Home è connesso con un’ampia serie di applicazioni, da Spotify e Google Play per la musica alla Cnn e al Wall Street Journal per l’aggiornamento delle notizie, da Netflix e YouTube per le immagini e i video fino a Google Photo per le fotografie. Ancora più sofisticate le interazioni con prodotti della smart home come Harmony, sviluppato dalla Logitech, che permette di interagire con tutti i sistemi di Home Theater

L’assistente digitale della società di Cupertino si chiama HomePod di Apple ed è equipaggiato con un potente subwoofer da 4 pollici rivolto verso l’alto e l’intera struttura è circondata da 7 tweeter. II tutto viene controllato dal processore A8, lo stesso che spinge iPhone 6 e iPhone 6 Plus. E per migliorare le prestazioni audio lo speaker è dotato di una tecnologia di rilevamento automatico della stanza, in modo da bilanciare il suono secondo l’ambiente in cui si trova.

I comandi vocali per l’assistente Siri vengono rilevati dai sei microfoni integrati nella struttura di HomePod e permettono di interagire con il dispositivo sia se siamo vicini sia se ci troviamo dall’altra parte della stanza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome