C’è una distinzione di base da fare quando si parla di tracciabiità delle retribuzioni in base alle nuove regole che prevedono il divieto di corrispondere in contanti stipendi ai dipendenti e compensi ai collaboratori. Da una parte occorre infatti precisare che tra gli elementi tracciati rientrano i compensi per collaborazioni coordinate e continuative previste dai contratti collettivi, tutte le somme che debbono confluire nel libro unico del lavoro, le mensilità aggiuntive, l’indennità di trasferta, i superminimi e altre indennità previste dal contratto individuale, la retribuzione mensile prevista dai contratti collettivi nazionale del lavoro, i compensi per collaborazioni coordinate e continuative previste dai contratti tra le parti.

Semaforo rosso per il rimborso spese viaggio, i rimborsi spese a piè di lista e anticipi per cassa e il rimborso spese vitto e alloggio. In caso di pagamento in contanti attraverso conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento e attraverso conto corrente o conto di pagamento ordinario, la banca deve segnalare data e importo delle somme riscosse dal lavoratore.

Come pagare lo stipendio

La retribuzione deve allora essere pagata solo tramite banca o ufficio postale con bonifico su conto corrente con codice Iban indicato dal lavoratore; altri strumenti per i pagamenti elettronici; pagamento in contanti direttamente in banca o alla posta, solo se il datore di lavoro ha aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento; tramite assegno bancario o circolare; questo potrà essere consegnato direttamente al lavoratore o a un suo delegato. Si potrà delegare solo in caso di effettivo e comprovato impedimento e solo al coniuge, al convivente o altro familiare o affine del lavoratore, comunque con età sopra i sedici anni.

E a proposito, quali sono i lavori del prossimo futuro che troveranno sempre più spazio. Nessun dubbio per InTribe, società specializzata nell’analisi dei trend futuri, che stila una vera e propria top ten dei nuovi lavori: esperto di cybersecurity (sicurezza informatica), esperto di blockchain (la tecnologia alla base delle criptovalute, ma dalle potenzialità illimitate), Data scientist (analisi dei dati), esperto di intelligenza artificiale e machine learning (figure che si occupano dello sviluppo di sistemi che imparano dall’esperienza), meccatronico (tecnico per l’automazione industriale evoluto), esperto di Internet of Things e Ubiquitous computing (professionalità che sviluppa gli strumenti collegati alla rete), esperto di usabilità e user experience (professionalità che sviluppa prodotti facili da usare), esperto di realtà virtuale e aumentata, esperto di fog computing (specialisti nella gestione della rete e che ad esempio monitorano i droni per le consegne a domicilio), growth hacker (professionalità che si occupa della crescita dei clienti).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome