Il social network delle domande e risposte si chiama Quora ed è di fatto una rete di informazioni distribuite sotto forma social dove i partecipanti possono postare domande e pubblicare risposte su praticamente qualsiasi tipo di argomento.

Il feed della home page di Quora ricorda la timeline di Facebook e consente ai visitatori di utilizzare il sito senza interruzioni con uno scorrimento illimitato. Il feed è un mix di thread attivi e domande senza risposta che corrispondono alle categorie selezionate e suggerimenti su come gli utenti possono completare il proprio profilo.

Questo innovativo social network è stato ideato e creato nel 2009 ed è stato lanciato nel 2010, per prendere rapidamente piede spesso in ambito professionale. Quora è una creatura di Charlie Cheever, già dipendente di colossi come Amazon e Facebook, e di Adam D’Angelo anch’egli prima protagonista nel social network di Mark Zuckerberg. Ad inizio 2010 Benchmark Capital ha deciso di finanziare Quora valutando la società oltre 80 milioni di dollari.

Come funziona Quora?

Quora consente agli utenti di chiedere e rispondere alle domande e ogni richiesta è assegnata a una specifica categoria. Gli utenti possono proclamarsi esperti in determinate categorie. Le domande e le risposte pubblicate su Quora possono essere valutate negativamente o positivamente dai lettori.

I thread ben valutati e utili vengono evidenziati e appaiono più frequentemente nei feed degli utenti. La funzione di commento consente agli utenti di partecipare o discutere l’argomento del post. Inoltre, Quora fornisce anche una funzione di modifica che consente di modificare e migliorare le domande e le risposte in lingua straniera.

Gli utenti prefiltrati scelgono gli argomenti di loro interesse e vengono aggiornati costantemente con le domande e risposte inerenti ad essi. E’ possibile inserire nuove domande e fornire risposte, ma anche commentare i post esistenti e votare positivamente o negativamente le domande che vengono pubblicate in modo da fornire un rating dinamico.

Quora ha fatto di recente un ulteriore passo in avanti. Il social network intelligente infatti è sempre più utilizzato dai professionisti come ad esempio possono essere gli avvocati o i commercialisti. Ecco allora che lo staff di Quora ha messo a disposizione alcune tipologie di documenti elettronici che medici, avvocati, legali e chi più ne ha più ne metta possono utilizzare per dettagliare ulteriormente le loro domande e risposte con allegati interessanti.

Così facendo gli esperti e gli specialisti di ogni settore possono ridurre i tempi di spiegazione con i loro corrispondenti. Se Quora è al momento il punto di riferimento per quanto riguarda i social basati su Q&A, Facebook non sta a guardare. Il social di Mark Zuckerberg sta infatti già programmando l’inserimento di funzionalità simili al suo concorrente.